Cronaca

Turismo, contratto scaduto: lavoratori in sciopero venerdì 16 maggio

Pronti ad incrociare le braccia, saranno i lavoratori di bar, ristoranti, autogrill, trattorie, agenzie di viaggio, fast food e alberghi. Nelle Marche, sono diverse migliaia i lavoratori interessati

Sciopero venerdì 16 maggio dei lavoratori del turismo nell’ambito dei settori aderenti a Confcommercio. Pronti ad incrociare le braccia, saranno i lavoratori di bar, ristoranti, autogrill, trattorie, agenzie di viaggio, fast food e alberghi. Nelle Marche, sono diverse migliaia i lavoratori interessati. La manifestazione riguarda l’intera giornata; nella ristorazione aeroportuale, sarà di 4 ore (le ultime 4 del turno).

Lo sciopero è stato proclamato da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltusc Uil. I motivi, comunicano i sindacati, sono legati al rinnovo del contratto scaduto nel 2013: ”Le richiese delle aziende sono improntate sull’abolizione di istituti quali gli scatti di anzianità e la quattordicesima mensilità. Nonostante le varie sollecitazioni da parte sindacale, Confcommercio ha mantenuto le proprie posizioni. Di qui, la decisione dello sciopero. Le organizzazioni datoriali intendono scaricare i costi della crisi economica sui lavoratori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, contratto scaduto: lavoratori in sciopero venerdì 16 maggio

AnconaToday è in caricamento