Cronaca

Aveva picchiato la ex e il nuovo fidanzato: resta in carcere

Lo ha deciso il Gip dopo aver interrogato l'indagato, accusato di stalking, lesioni, porto d'oggetti atti ad offendere. Ma soprattutto sequestro di persona

Resta in carcere M. B., il 21enne di origini kossovare che domenica sera era stato arrestato dagli agenti delle volanti con l’accusa di aver violato gli arresti domiciliari per andare a casa della sua ex e picchiare lei e il suo nuovo compagno. Lo ha deciso il Gip dopo aver interrogato l’indagato, accusato di stalking, lesioni, porto d’oggetti atti ad offendere. Ma soprattutto sequestro di persona perché, in quella notte di follia, l’uomo avrebbe costretto la sua ex compagna a seguirlo a casa sua, da Brecce Bianche fino in centro, sotto la minaccia di un coltellaccio da cucina. Il giudice ha confermato la misura cautelare dopo aver convalidato l’arresto effettuato dai poliziotti, guidati dal vice questore aggiunto Cinzia Nicolini.

DIFESA. L’indagato, assistito dall’avvocato Pietro De Gaetani, si è difeso sostenendo che quella relazione non era affatto finita, tanto che in precedenza la vittima lo sarebbe andato a trovare in diverse occasioni a casa, dove lui era già ristretto ai domiciliari, sempre per stalking, sempre ai danni di quella ragazza da cui non ha mai accettato la separazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva picchiato la ex e il nuovo fidanzato: resta in carcere

AnconaToday è in caricamento