La Regata del Conero scalda i motori, al via la competizione velica di Marina Dorica

Ci saranno gli ex campioni di Azzurra con Andrea Giorgetti. Leonardo Zuccaro: « Sarà una bella giornata, mare calmo

foto di repertorio

ANCONA - Mare calmo e vento. La Regata del Conero scalda i motori o meglio le vele. Il tempo promette bene per domenica (29 settembre) e le iscrizioni sono al rush finale. Attese imbarcazioni da tutta Italia che dopodomani porteranno ad Ancona 1.500 velisti. Una edizione speciale per la competizione velica più attesa dalla città perché tocca il 20esimo anno. Nata nel 2000 su un percorso di 12 miglia (si parte dal Passetto passando poi per Portonovo e ritorno) per festeggiare l'inaugurazione del porto turistico di Marina Dorica, la regata conserva ancora lo spirito marinaro della città che non è solo quello dei professionisti qualificati ad aggiudicarsi il podio ma anche quello di tanti appassionati di mare. Organizzata da Marina Dorica, con il patrocinio del Comune, è la regata di tutti, l’unica in grado di raccontare le storie peculiari di ogni barca iscritta e, al tempo stesso, di regalare identiche emozioni a tutti gli armatori. Ci saranno degli ex “Azzurrini”sulla barca di Paolo Montani e Andrea Giorgetti, velista anconetano e storico componente dell'equipaggio di AZZURRA, l'imbarcazione che ha partecipato all'America's Cup negli anni '80, il più famoso trofeo nello sport della vela. Giorgetti ha richiamato, proprio per la celebrazione dei 20 anni di regata, i suoi vecchi amici regatanti.

Attenzione al sociale

Anche quest'anno alcune associazioni che si occupano di velaterapia e che fanno capo al Rotary parteciperanno alla regata. Il Soffio di Max sarà presente con una imbarcazione che ospiterà due bimbi con la sindrome di Down insieme ai loro genitori. La barca dell'associazione sarà “Chibea”. In gara anche l'associazione Four Sailing con l'imbarcazione “Ringhio” e l’AGSW (Associazione Genitori Sindrome di Williams) con l'imbarcazione “Sassicaia”. All’interno della Regata del Conero si terrà la terza edizione del Trofeo Challenge

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Meteo

Ottimista il direttore di Marina Dorica sulle condizioni meteo di domenica. «Sarà una bella giornata - dice Leonardo Zuccaro - di sole, con mare calmo e un bel venticello da scirocco che salirà gradatamente nell'arco della regata e che renderà molto divertente sia il bordeggio verso Portonovo che il ritorno in poppa al Passetto». Tra gli habitué della Regata del Conero c'è Gianni Bregallini, velista e memoria storica della competizione che le regate le ha fatte tutte o quasi, con l'inseparabile Diavolone. «Solo nel 2017 - racconta Bregallini - causa matrimonio di uno del team abbiamo saltato perché eravamo tutti alla cerimonia. Negli anni lo spirito non è mai cambiato. E' una cosa nostra, una festa, non c'è antagonismo. Quando la tirata lo permette mettiamo anche il big-boy, una vela complementare rossa e nera che da sempre ci contraddistingue, ci vedono anche da lontano perché è una nostra caratteristica, rossa e nera, il diavolone appunto». Nel 2010 il Diavolone ha veleggiato in regata in ricordo del figlio di Bregallini, Luca, morto a soli 35 anni sei mesi prima della Regata del Conero. «Mi spinsero a farla - ricorda lo skipper - quella coppa fu per lui».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento