Raddoppio SS16, soddisfatta la Cna: «Tassello fondamentale e priorità per Ancona»

A dirlo è la Cna di Ancona che ha espresso soddisfazione per l’approvazione della delibera che dà il via al progetto esecutivo del raddoppio della SS16 nel tratto tra Ancona e Falconara

Foto di repertorio

ANCONA – «La vera priorità di Ancona è l’uscita dal porto. Tutti gli sforzi devono essere diretti nel trovare una soluzione. Tutti i soggetti, istituzionali e sociali, devono remare nella stessa direzione perché la nuova viabilità in entrata e uscita dal porto sia una realtà il più presto possibile». A dirlo è la Cna di Ancona che ha espresso soddisfazione per l’approvazione della delibera che dà il via al progetto esecutivo del raddoppio della SS16 nel tratto tra Ancona e Falconara.

«Un tassello fondamentale, insieme alla bretella che deve unire la statale al lungomare nord, per trovare una soluzione funzionale al problema del traffico. Si tratta di una battaglia non solo in termini di progettazione ed economici, ma anche in termini di tempo: il progetto è importante e complesso, i tempi di realizzazione sono probabilmente altrettanto complessi ed i ritardi accumulati sono enormi. Per tale ragione abbiamo la necessità di accelerare questo iter il più possibile, perché il porto non può attendere».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«E’ una battaglia anche contro il tempo perché in primo luogo il porto di Ancona sente sempre più l’esigenza di avere una viabilità veloce in uscita ed in entrata, se vuole crescere e rimanere competitivo con i porti dell’Adriatico – dichiarano Andrea Cantori e Fausto Bianchelli rispettivamente segretari della Cna di Ancona e di Cna Fita Ancona – In secondo luogo dobbiamo anche rimarcare che questa necessità deriva anche dalle richieste dei cittadini che subiscono un inquinamento pesante e soprattutto disagi per la congestione del traffico all’interno della città dovuta al passaggio dei mezzi pesanti. Occorre quindi dare una risposta al più presto sia agli imprenditori che ai cittadini. La nuova uscita a Nord è oggi l’unica via possibile da perseguire con decisione e rapidità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

  • Accoltellato in strada mentre cammina, i carabinieri danno la caccia a 2 uomini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento