Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

“Un’azione per il teatro assente”: a Jesi la “mobilitazione poetica”

Il Progetto JES! ospita a Jesi più di 20 compagnie teatrali della scena nazionale indipendente per la realizzazione di una mobilitazione poetica in risposta all'immobilismo del sistema teatrale italiano

Foto: Stefano Boring

Sabato 14 giugno alle ore 14.00 Palazzo Santoni sarà lo scenario dell’incontro tra le compagnie teatrali che hanno risposto all’appello di Roberto Scappin di “quotidiana.com” sul Teatro assente: circa 20 compagnie si sono dichiarate disponibili a incontrarsi per pensare insieme un progetto operativo che metta fine all’immobilismo del sistema teatro.  
La riunione sarà  preceduta da un breve intervento di Scappin per stimolare un reale ripensamento della gestione dei teatri stabili, perché acquisiscano tra gli scopi prioritari la promozione e il sostegno della ricerca teatrale italiana.
Seguiranno gli interventi delle compagnie che hanno già proposto idee per azioni e strategie da mettere in campo.

Roberto Scappin è il fondatore, insieme a Paola Vannoni, della Compagnia teatrale “quotidiana.com” di Poggio Berni (RN) e ha trovato l’accoglienza che cercava nel Progetto JES! del Comune di Jesi, che da circa un anno promuove la creatività che scaturisce dal lavoro in rete per reinventarsi e riappropriarsi degli spazi, valorizzare le professionalità creative e il territorio.

Dove:   “Jes! “ c/o Palazzo Santoni - Vicolo Ripanti n. 5 – Jesi (AN)
Quando:  sabato 14 giugno dalle ore 14,00
Info e adesioni:
Roberto Scappin per quotidiana.com
e-mail quotidiana@alice.it  o tel. 338 8474454
www.jesplease.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Un’azione per il teatro assente”: a Jesi la “mobilitazione poetica”

AnconaToday è in caricamento