rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Premio Bloomberg: il progetto di Ancona presentato alla Mole

Il progetto prevede l'interramento del piede della frana con i materiali provenienti dall'escavo dei fondali in porto per la banchina Marche e la conseguente realizzazione di un lungomare fino a Torrette

Un progetto innovativo, di grande sostenibilità ambientale ed economica, capace di cambiare radicalmente il volto e la fruizione dell’area da Marina Dorica a Torrette. E’ il progetto con cui la città di Ancona è stata ammessa a partecipare al “Mayors challenge 2013-2014”, altrimenti conosciuto come premio Bloomberg (perché indetto dall’ex sindaco di New York) tra le città europee capaci di elaborare strategie e progetti di particolare creatività, innovazione e “usabilità”.

Il progetto prevede l’interramento del piede della frana con i materiali provenienti dall’escavo dei fondali in porto per la banchina Marche (con uno smaltimento a chilometro zero degli stessi) e la conseguente realizzazione di un lungomare fino a Torrette.
Sarà presentato alla città, alla comunità scientifica e agli organi di informazione sabato 1 febbraio all’auditorium della Mole Vanvitelliana a partire dalle ore 10.30.

Lo illustreranno, oltre ai tecnici, il sindaco Valeria Mancinelli con gli amministratori che ne hanno seguito la genesi e la stesura: dal punto di vista della prevenzione del rischio frana, l’assessore Maurizio Urbinati, e dal punto di vista delle opportunità per lo sviluppo della fascia costiera l’assessore al porto Ida Simonella. Insieme a loro, saranno presenti i responsabili degli enti e le organizzazioni del tavolo tecnico che ha concorso alla progettazione: Autorità portuale, Regione Marche, Arpam, Ferrovie, Capitaneria di porto, Marina Dorica.

A sottolineare non solo gli aspetti legati alla convivenza con una zona in frana – esigenza da cui è scaturita l’idea progettuale - ma anche le condizioni di replicabilità del progetto – che è uno dei requisiti richiesti per l’ammissione al  Mayors challenge – vale a dire la potenziale applicazione in altri contesti simili di altre città, saranno due ospiti di grande caratura scientifica: Lars Harald Blikra, geologo responsabile di Aknes/Tafjord/Beredskap, gruppo nazionale di monitoraggio frane della Norvegia e Robert Supper, docente dell’Università di Vienna nonché geofisico del Servizio geologico austriaco della sede di Vienna.

“Il progetto – afferma l’assessore Urbinati - è capace di catalizzare varie opportunità: una risposta efficace al rischio frana nella zona della Palombella con un interramento a costo zero, che elimina le spese ingenti e l’impatto dello smaltimento e del trasporto dei materiali che sarebbero fatti direttamente sul mare. Crediamo che questo progetto possa avere attuazione a prescindere dal risultato del premio, dal momento che è stato assunto come scelta strategica dell’Amministrazione”.

“Con questo progetto siamo entrati in un circuito di eccellenze con cui abbiamo voluto confrontarci con convinzione – afferma l’assessore Simonella – consapevoli di avere strumenti e risorse per farlo. Questo è l’approccio che cercheremo di imprimere anche al piano strategico: i progetti devono avere qualità, creatività e rispondere a una precisa visione di città condivisa da vari soggetti”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Bloomberg: il progetto di Ancona presentato alla Mole

AnconaToday è in caricamento