Sicurezza, gli eventi estivi nel mirino della Polizia: scatta l'operazione Mitì

Controlli potenziati nel periodo estivo da parte della questura di Ancona. Una trentina di agenti a turno sorveglieranno Ancona e non solo anche dal mare

L'auto della polizia di presidio al porto

Estate sorvegliata speciale ad Ancona e provincia. Più agenti e più sicurezza nei grandi eventi così come nei locali pubblici tra il 3 luglio e il 26 agosto. La questura ha varato il progetto Mitì, un incremento dei controlli nei luoghi simbolo dell’estate. Occhi puntati su Ancona, ma anche su Numana, Sirolo e naturalmente Senigallia. Proprio nella città della rotonda si stanno concentrando in questi giorni gli sforzi degli agenti in occasione del Caterraduno e l’asticella della sicurezza sarà al massimo livello anche nel periodo del Summer Jamboree. Per quanto riguarda Ancona, riflettori accesi sul concerto di Noa il prossimo 9 luglio. L’impegno però sarà quotidiano. Circa trenta agenti pattuglieranno a turno diversi quadranti della città sottoil coordinamento dell’ufficio di Gabinetto della Questura. A supporto delle squadre Volanti e Mobile ci saranno il reparto prevenzione crimini di Perugia coordinato dal dirigente Michele Santoro, le unità cinofile, la polizia amministrativa, il personale dell’ufficio immigrazione, l’unità antiterrorismo, le polizie municipali delle città coinvolte e la squadra nautica con gli acquascooter Manta 1 e 2.

il capo delle volanti Cinzia Nicolini e il capo di Gabinetto  Sabato Riccio-2Gli obiettivi del progetto MItì sono stati esposti in una conferenza stampa in questura dal Capo di Gabinetto Sabato Riccio e dal capo delle volanti Cinzia Nicolini. Si punta a un incremento della prossimità con i cittadini, ma anche a un controllo mirato delle città soprattutto durante l’esodo estivo che le rende storicamente  terreno fertile per ladri e truffatori di anziani. «Sarà un servizio programmato, ma allo stesso tempo molto flessibile» ha spiegato Sabato Riccio. Il progetto prende il nome dalla leggenda anconetana che narra della giovane Mitì, ragazza che la tradizione vuole si sia gettata in mare dopo la vana attesa del grande amore, trasformandosi in sirena. «Abbiamo scelto qeusto nome perché rappresenta la pazienza, il coraggio, la determinazione e l’attesa nella convinzione del risultato» ha spiegato la Nicolini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento