rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Minacce e botte all’ex moglie, poi lei dice "basta": denunciato

La donna ha denunciato l'ex marito, che la vessava anche dopo il divorzio. In un caso le sono servite anche le cure del pronto soccorso

Violenza fisica contro la ex moglie, per la quale sono servite anche le cure del Pronto Soccorso. E’ solo uno degli episodi che hanno portato gli agenti della squadra Mobile di Ancona, coordinati da capo Carlo Pinto, a notificare il divieto di avvicinamento alla donna e a tutti i luoghi da lei frequentati nei confronto di un 60enne anconetano. 

Secondo quanto ricostruito anche grazie alla denuncia della donan, il 60enne aveva continuato le vessazioni, aggressioni comprese, anche dopo il divorzio. Nelle ultime ore, la notifica del provvedimento emesso dal Gip. L’appello del Questore Cesare Capocasa: «Non chiamiamolo Amore. E’ indispensabile una risposta in termini di cambiamento culturale, più forte dell’indifferenza e dell’ignoranza, dettata dal pregiudizio. Una cultura nuova che consenta a ciascuna Donna di essere libera e di riappropriarsi della propria dignità. In tal senso la Polizia di Stato si pone come parte attiva, assicurando il suo contributo tra tutti gli attori coinvolti, pubblici e privati, con l’intento di creare quella rete di sostegno ed accoglimento, alla cui base vi è il protocollo di intesa firmato in Prefettura lo scorso novembre, che postula una comparabilità nell’agire per la promozione di procedure e strategie condivise, finalizzate ad azioni di contrasto preventive e repressive».   
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce e botte all’ex moglie, poi lei dice "basta": denunciato

AnconaToday è in caricamento