Percorso vita e laboratorio didattico, il parco torna a vivere

Il parco di via Sardegna a Palombina Vecchia al centro di un progetto di restyling. L'assessore Barchiesi: «La cura del verde è segno dell’attenzione alla città»

Parchi pubblici in primo piano per l’amministrazione Signorini, che ha tra gli obiettivi proprio quello di rendere più accoglienti le aree verdi. Un esempio è il restyling del parco di via Sardegna, partito nei giorni scorsi. «Questa amministrazione vuole valorizzare i parchi cittadini – spiega il sindaco Stefania Signorini – e nella seconda metà di agosto è previsto un sopralluogo cui parteciperò insieme agli assessori per valutare gli interventi da eseguire. E’ importante la cura dei grandi parchi, ma anche delle piccole aree verdi perché è segno dell’attenzione alla città e ai cittadini». Quanto al parco di via Sardegna, il restyling è partito dalla manutenzione del verde e dalla sistemazione del principale percorso di accesso, un intervento che sarà completato con l’installazione di nuove panchine e con la creazione di un ‘Percorso Vita’ per allenarsi all’aria aperta. Nelle scorse settimane è stata tagliata l’erba e, su indicazione degli attivisti del Comitato del Parco di via Sardegna, l’azienda incaricata dello sfalcio ha preservato alcune piante appena nate, che sono state transennate per permetterne la crescita. Saranno inserite in un progetto rivolto alle scuole per sensibilizzare i bambini sull’importanza degli alberi.

«È importante preservare i parchi cittadini – sottolinea l’assessore a Lavori pubblici e Ambiente Valentina Barchiesi – e ogni albero presente nella città, anche quelli nati spontaneamente affinché i cittadini possano godere di una migliore qualità della vita, attenuando in un certo modo gli svantaggi di vivere in un ambiente antropotizzato. Questo non è stato possibile per gli alberi di via Martiri della Resistenza: purtroppo, data l’inclinazione e le gradi radici, erano diventati pericolosi e siamo stati costretti a rimuoverne alcuni. Grazie alla collaborazione con il Comitato del Parco di Via Sardegna sono state però esonerate dallo sfalcio una 50ina di baby piante nate da alberi già presenti nel parco, quali olmi, querce, pioppi bianchi, acacie, così da poterle includere in un progetto più ampio che coinvolgerà a novembre, in occasione della giornata nazionale degli alberi, i bambini delle scuole nello studio, ricerca e piantumazione degli arbusti individuati in zone dedicate del parco. Durante questa giornata ci sarà l’occasione per piantarne di nuovi, per riscoprire le aree verdi del nostro territorio e soprattutto per imparare a proteggerle». In questa direzione, spiega l’assessore Barchiesi, va anche un’altra iniziativa: «A conferma di questa sensibilità ambientale, il sindaco ha inviato giorni fa una richiesta all’Assam, l’Agenzia Servizi Settore Agroalimentare delle Marche, per ricevere a titolo gratuito alberi e arbusti iscritti al Libro regionale dei Boschi da seme, per realizzare aree verdi qualificate nella città aventi anche finalità didattiche». Quanto al restyling del Parco di via Sardegna, è prevista la sistemazione del percorso principale, l’installazione di nuove panchine in ferro e in legno per sostituire quelle in cemento, in pessime condizioni, la manutenzione del percorso di collegamento tra via Sardegna e la scuola Aldo Moro e l’installazione di un percorso vita con quattro stazioni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

Torna su
AnconaToday è in caricamento