Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Filottrano

Lardini, prova maiuscola a Milano: Club Italia Crai superato 3-1

Guidata da Tominaga, la Lardini chiude con tutte le cinque giocatrici d’attacco in doppia cifra, a testimonianza di una vittoria di squadra, costruita su qualità e carattere

La Lardini centra sul campo del Club Italia la prima vittoria della Samsung Volley Cup 2018/2019. Contro una squadra ricca di talento e fisicità, Filottrano conferma quanto di positivo già visto al debutto, offrendo una prestazione maiuscola sia a livello tecnico che temperamentale. Guidata da Tominaga, la Lardini chiude con tutte le cinque giocatrici d’attacco in doppia cifra, a testimonianza di una vittoria di squadra, costruita su qualità e carattere.

Coach Chiappini tiene precauzionalmente a riposo Pisani, in campo torna Cogliandro a 376 giorni dall’infortunio al ginocchio. Lardini subito incisiva al servizio (ace Garzaro) e attenta a muro (Di Iulio) in un avvio di gara in cui la formazione filottranese presta grande attenzione e ci mette altrettanta precisione. Il mani out di Whitney e la fast di Cogliandro producono subito un allungo significativo (2-6), il Club Italia prova a tenere con Nwakalor (7-9) ma fatica a tenere una Lardini che ha l’85% di efficacia in ricezione e viaggia con il 56% in attacco. Tominaga illumina la scena, Vasilantonaki e Di Iulio affondano i colpi in attacco, così Filottrano prende il volo (11-18). Al muro di Omoruyi risponde il block di Whitney (16-23), Garzaro sigilla il primo set. La formazione di coach Chiappini non toglie il piede dall’acceleratore e alla rientro in campo si spinge sull’1-5 con il contributo di tutte le attaccanti. Il muro di Di Iulio (2-8) costringe Bellano a fermare il gioco, il Club Italia ha la giusta reazione che lo riavvicina (8-10) grazie al muro di Fahr e alla neo entrata Battista. Vasilantonaki (6 punti nel secondo parziale) attacca e mura, dando il là ad un controbreak di 6-0 (8-16) che passa per due errori in attacco delle azzurrine e per l’ace di Cogliandro. Dal servizio la Lardini trae grande beneficio, il turno di Vasilantonaki produce due ace (il secondo “baciato” dal net) e due attacchi di prima che Garzaro mette a terra, dall’altra parte l’errore in battuta del Club Italia consegna il 2-0 a Filottrano. Bellano gioca la carta Lubian e la centrale incide e non poco nella fase iniziale del terzo periodo, soprattutto con un turno al servizio che genera tre aces di fila (8-5) e che, grazie anche al contributo di Fahr a muro, lanciano il Club Italia Crai sul 10-5. La Lardini non si scompone, risale la china con i servizi vincenti di Garzaro e di Whitney, si riprende la parità (15-15) con capitan Di Iulio. Il tocco di seconda di Tominaga e un errore in attacco delle padrone di casa ribaltano (16-19) l’andamento del set, ma Pietrini non fa scappare la Lardini (20-21). Di Iulio e Cardullo si esaltano in difesa, il muro della capitana filottranese lancia Filottrano sul 20-23, ma il Club Italia Crai non molla di un centimetro: Omoruyi e un ace di Populini fissano la nuova parità a 23. La Lardini arriva al match-ball con Di Iulio (23-24), Nwakalor lo annulla (24-24), un’invasione e un fallo di trattenuta allungano al gara al quarto set (26-24). La squadra di Chiappini sa ripartire immediatamente (3-5), sfruttando ottimamente il gioco al centro e il muro granitico di Garzaro (per lei anche l’80% in attacco) e Vasilantonaki (7-10). Dalla fast di Cogliandro nasce l’allungo decisivo, anche perché il Club Italia perde brillantezza e commette diversi errori (11-18). Whitney e il pallonetto di Di Iulio avvicinano la Lardini al traguardo, tagliato a braccia alzate con l’attacco in diagonale dell’opposta statunitense.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lardini, prova maiuscola a Milano: Club Italia Crai superato 3-1

AnconaToday è in caricamento