menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto: motonave urta diga, aperta un’inchiesta dalla Capitaneria

La motonave Mustang ha urtato domenica sera con la prua la diga foranea dello scalo: l'impatto ha aperto una falla di circa sette metri nello scafo e la nave ha preso a imbarcare acqua. Nessun danno per l'ambiente

Domenica sera all’imboccatura del porto di Ancona la motonave Mustang, che opera in appoggio alle piattaforme petrolifere dell'Eni in Adriatico, ha urtato con la prua la diga foranea dello scalo: l'impatto ha aperto una falla di circa sette metri nello scafo e la nave ha preso a imbarcare acqua.
La Mustang è riuscita comunque ad attraccare in porto restando in galleggiamento, senza sversare carburante o altre sostanze inquinanti in mare.

Sulle cause dell’incidente dovrà far luce un’inchiesta della Capitaneria di porto di Ancona: l'ipotesi principale al vaglio attualmente è quella di un errore umano, una manovra sbagliata, anche se la diga è adeguatamente segnalata e la nave esegue lo stesso tragitto piattaforma-porto bisettimanalmente.
Risulta infatti difficile ipotizzare un guasto tecnico per un’imbarcazione lunga 46 metri per una stazza lorda di 50 tonnellate: il mare era calmo, la visibilità buona, e anche se al largo dello scalo sono in corso lavori di manutenzione, con limitazioni del traffico dei natanti, la manovra di accostamento e ingresso in porto resta una delle più semplici.
Il comandante è stato sentito ieri dalla Guardia costiera e la Mustang è stata portata nel bacino del cantiere Isa, per la riparazione.

Fonte: ANSA
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento