Lutti: addio a Giuseppe Luconi, un limpido testimone della storia di Jesi

Il ricordo del sindaco Bacci: "L'eredità letteraria che lascia resterà un irrinunciabile punto di riferimento a quanti, e penso ai più giovani, intendono avvicinarsi alla storia di Jesi"

“È grazie a Giuseppe Luconi e alla sua ricca documentazione storiografica se oggi possiamo conoscere appieno le vicende di Jesi ed in particolare quelle più complesse del secolo scorso”. Così il sindaco Massimo Bacci ricorda il decano dei giornalisti jesini scomparso sabato scorso.

“Dai suoi libri - ha aggiunto Bacci - mi piace sottolineare alcune delle pagine salienti della storia della nostra città che ci permettono di rileggere, di anno in anno, nel corso delle commemorazioni ufficiali, due eventi straordinariamente importanti e sentiti per Jesi: l'eccidio dei martiri di Montecappone del 20 giugno e la Liberazione della città del 20 luglio. Una cronaca puntuale e precisa, la sua, senza retorica o ridondanza, capace di raccontare con parole semplici fatti, circostanze, verità, ma anche di trasmettere emozioni sincere.

Bene ha fatto il Consiglio comunale a conferirgli la cittadinanza benemerita. Perché Giuseppe Luconi può a ben diritto essere annoverato tra i personaggi che hanno contribuito - con i suoi studi e le sue ricerche - a  rendere un servizio prezioso alla comunità e a consentirci, attraverso una attenta lettura del passato, di apprezzare meglio anche il nostro presente.

L'eredità letteraria che lascia resterà un irrinunciabile punto di riferimento a quanti, e penso ai più giovani, intendono avvicinarsi alla storia di Jesi e sono certo che saprà essere valorizzata appieno per quello che rappresenta. Ai familiari i sensi di cordoglio miei personali e dell'Amministrazione comunale tutta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento