menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marisa Dubbini e i suoi piatti tradizionali di moscioli

Marisa Dubbini e i suoi piatti tradizionali di moscioli

Addio alla cuoca Marisa Dubbini: con lei scompare l'anima di Portonovo

Titolare del ristorante Emilia, Marisa rappresentava il cuore pulsante della baia. Sono centinaia i messaggi di commozione per la sua morte avvenuta all'età di 84 anni

Se ne va l'anima di Emilia: si è spenta oggi, giovedì 10 dicembre, all'età di 84 anni all'ospedale regionale di Torrette Maria Luisa Dubbini, detta Marisa, la storica proprietaria del ristorante di Portonovo. Purtroppo venti giorni fa la ristoratrice aveva avuto una grave emorragia cerebrale che si è aggravata ulteriormente nell'ultimo periodo. Il figlio Edoardo Rubini ricorda così sua madre:

Ha tenuto duro fino alla fine. Non ha mai mollato in tutta la sua vita e fino alla fine si è dimostrata una grande lottatrice. Alla notizia della sua morte mi sono arrivati centinaia di messaggi. Tutti la ricordano come una persona buona e genuina. Vorrei ringraziare tutti quanti per la loro vicinanza. 

Tutta la città vuole dare l'addio a Marisa, i funerali si terranno a Portonovo

Il ricordo di amici e colleghi

Figlia minore di Emilia, erede e custode delle sue ricette, la storica ristoratrice era conosciuta per i suoi piatti speciali, uno fra tutti i celebri "spaghetti coi moscioli" che hanno incantato i palati di attori e personaggi dello jet set internazionale: dal principe Carlo a Fausto Coppi, da Lucio Dalla a Mina passando per Virna Lisi e Rudolf Nureyev. Ma era anche una donna semplice: «Ci ricordiamo di lei - dice Paolo Bonetti - per la sua grandissima energia. Alle riunioni portava sempre tanta allegria. Era davvero l'anima della baia». Marcello Nicolini commenta commosso: «C'è poco da dire. Lei era la pioniera di Portonovo. Con lei se ne va un pezzo di storia». Oltre ai ristoratori, sono tantissimi gli amici che ricordano Marisa: «Non eri mia zia di sangue - scrive su Facebook Paolo Giampaoli - ma ti ho sempre vi ho chiamato così a te e Franco. Mi siete stati sempre vicini nei momenti belli e brutti molto più di tanti parenti di sangue. Ora riposa in pace e mi raccomando cucina per i nostri cari i tuoi meravigliosi spaghetti con i moscioli». Anche l'ex capitano biancorosso Massimo Gadda ricorda Marisa con parole d'affetto: «In tutti i miei otto anni all'Ancona - dice l'ex calciatore - ero di casa da Emilia. Lei e la sua famiglia mi hanno accolto in maniera eccezionale, tanto che almeno una volta l'anno, durante l'estate, torno sempre a mangiare e a godermi quel posto splendido. Sapevo del peggioramente di salute di Marisa e sapere che non c'è più mi addolora profondamente. Era unica». 

Le esequie

I funerali saranno celebrati domani (sabato 12 dicembre) alle ore 14.30 nella chiesetta del Poggio. «La nostra mamma - prosegue il figlio Edoardo - era una persona semplice e anche le esequie rispetteranno il suo volere. La nostra intenzione non è quella di creare assembramenti ma abbiamo ricevuto una marea di bellissimi messaggi di vicinanza, quindi, se ci sarà la possibilità di fare il funerale in un posto più grande, possiamo anche valutare di spostarlo in un luogo più grande». 

Tutta la città vuole dare l'addio a Marisa, i funerali si terranno a Portonovo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento