Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Numana

Università, misura senza contatto: conferenza internazionale e mostra

13ma edizione della International Conference on Vibration Measurements by Laser and Noncontact Techniques, al Ridotto del Teatro delle Muse di Ancona

Ancona riferimento mondiale e internazionale per le tecniche di punta nel settore dell’utilizzo di metodi di misura senza contatto delle caratteristiche dinamiche di corpi e sistemi. Si rinnova anche quest’anno, come accade ogni due anni dal 1994, uno degli appuntamenti internazionali più importanti nel settore delle misure di vibrazione con tecniche senza contatto, ovvero la “International Conference on Vibration Measurements by Laser and Noncontact Techniques”. Giunto alla sua tredicesima edizione, l’evento, organizzato dall’A.I.VE.LA. – l’Associazione Italiana di VElocimetria LAser e diagnostica non invasiva in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche dell’Università Politecnica delle Marche, avrà luogo presso il Ridotto del Teatro delle Muse dal 20 al 22 giugno.
 
temi oggetto della ricerca che verrà presentata e discussa in occasione della Conferenza, che per la sua rilevanza scientifica e tecnologica è supportata da EAA – l’Associazione Europea di Acustica, EOS – la Società Europea di Ottica e OSA - la Società Americana di Ottica, spaziano dalla diagnostica industriale all’ingegneria civile, dalla microelettronica ai materiali intelligenti, dal settore biomedico a quello automobilistico, ecc., argomenti di sicuro interesse anche per gran parte delle aziende locali, che quotidianamente si trovano a dover affrontare problemi di misurazione e di controllo di qualità.
 
Come sempre, l’evento sarà preceduto, il 19 giugno, dallo Short Course, un corso breve che intende fornire le conoscenze di base delle tecniche laser per la misura di vibrazioni e consentire ai partecipanti di mettere mano alla più recente strumentazione. Il programma del corso si articolerà in lezioni teoriche la mattina, tenute da docenti stranieri di chiara fama, e in sessioni di laboratorio il pomeriggio, organizzate dal Gruppo Misure del Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche dell’Università Politecnica delle Marche in collaborazione con la Polytec GmbH, la GOM GmbH e la Julight Srl.
 
Ad aprire la Conferenza, il 20 giugno, sarà la memoria invitata tenuta dal Prof. David Ewins dell’Imperial College di Londra. A seguire ci saranno altre due memorie invitate, tenute rispettivamente dal Prof. Roman Schnabel dell’Università di Amburgo e dal Dott. Adam Styk, del Politecnico di Varsavia, e oltre 40 presentazioni di docenti e ricercatori da tutto il mondo, sviluppate su tre giornate di lavori. Le memorie presentate sono raccolte negli atti della Conferenza, pubblicati dalla IOP- the Institute of Physics.
 
Come per le precedenti edizioni dell’evento, anche quest’anno in concomitanza con la Conferenza sarà allestita una mostra, per permettere ai maggiori produttori mondiali di sistemi per la misura senza contatto di vibrazioni (vibrometria laser a scansione, sistemi olografici e ESPI etc.) di portare i propri prodotti direttamente all’attenzione di un pubblico esperto e qualificato.  Tra gli obiettivi della Conferenza, infatti, c’è anche quello di creare un filo diretto tra i produttori di strumentazione per le misure di vibrazione senza contatto e gli utilizzatori finali di tali apparecchiature, facendo dell’evento anche un importante palcoscenico per l’innovazione tecnologica.
 
L’importanza e la rilevanza delle tecniche di misura senza contatto, però, non si limitano al solo campo scientifico. Tali tecniche sono, infatti, estremamente versatili e hanno moltissime applicazioni di più diretto e immediato impatto nella nostra vita di tutti i giorni. Basti pensare che la vibrometria laser è l’elemento cardine di molti dei sistemi per il controllo della qualità impiegati nella produzione di oggetti che utilizziamo quotidianamente, dal telefono cellulare alla lavatrice, dalle casse acustiche all’automobile. Inoltre, le tecniche di elaborazione delle immagini trovano vasta applicazione anche nel campo delle fonti di energia rinnovabili, del monitoraggio ambientale e della conservazione e preservazione del patrimonio artistico e culturale. Ciò che caratterizza queste tecniche, infatti, è l’assenza di contatto, ovvero la capacità di misurare con estrema precisione anche in quei casi in cui la “delicatezza” diventa fondamentale, come quando, ad esempio, si restaura un’opera d’arte o si monitorano le funzioni vitali di un bambino nato prematuro.
 

Per maggiori informazioni: https://www.aivela.org/13th_Conference/index.html
Chairman, Prof. Enrico Primo Tomasini, telefono 071-2204487 - email ep.tomasini@univpm.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, misura senza contatto: conferenza internazionale e mostra

AnconaToday è in caricamento