Miss Italia 2016, a Marina Dorica Angela Crescenti ottiene il pass per Jesolo

E’ la 18enne di Falconara una delle nove bellezze marchigiane che rappresenterà’ la nostra regione alle fasi prefinali del concorso. Ecco come è andata

La premiazione

Nell’incantevole scenario di Marina Dorica si è svolta lo scorso sabato ad Ancona, una delle tappe regionali del concorso più storico della nostra nazione dedicato alla bellezza femminile, quello appunto di Miss Italia.Vincitrice della tappa dorica la 18enne Angela Crescenti di Falconara Marittima che con la fascia di Miss Alpitour Marche accede di diritto alle prefinali nazionali di Jesolo

E’ quindi lei una delle nove bellezze marchigiane che rappresenterà’ la nostra regione alle fasi prefinali del concorso. Ben 19 le miss partecipanti alla tappa dorica provenienti da ogni parte della regione. Seconda classificata, con la fascia di Miss Rocchetta Bellezza, Martina Guerra di Pedaso, Miss Alpitour terza classificata Elena Caputo di Civitanova Marche. Quarto posto ed ottiene la fascia di Miss Tricologica Sofia Merli di Sirolo, quinto posto e la fascia di Miss Interflora ad Asia Patarca di Sant’elpidio a Mare, sesto posto con la fascia di Miss Dermal Institute a Sara Barbatelli  di Treia. La fascia di Miss Marina Dorica è andata a Lucia Giacomucci di Agugliano mentre la fascia di Miss Pasta di Camerino alla Civitanovese Rosa Setola. Conduttore della serata l’eccellente Marco Zingaretti, presentatore ufficiale del concorso per la regione Marche. L'organizzazione e’ stata curata dall'Agenzia Pai e dalla Relife Servizi di Giuseppe Filloramo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento