Insediato il nuovo comandante della stazione dei carabinieri di Agugliano: ecco chi è

L’obiettivo primario sarà, oltre a dirigere i servizi della Stazione di Agugliano partecipandovi personalmente e capeggiando i servizi esterni, quello di piena vicinanza alla comunità

E’ il Maresciallo Ordinario Mauro D'Amore, 44enne e originario di Messina, il nuovo comandante della Stazione di Agugliano che dal 4 aprile affiancherà il Comandante della Compagnia il maggiore Raffaele Conforti, nell’adempimento dei compiti istituzionali, nel controllo del territorio, nel contrasto e repressione dei reati. Il Maresciallo D’Amore Mauro è già al lavoro nel suo Ufficio, assumendo la direzione immediata del comando della Stazione di Agugliano. 

L’obiettivo primario sarà, oltre a dirigere i servizi della Stazione di Agugliano partecipandovi personalmente e capeggiando i servizi esterni, quello di piena vicinanza alla comunità tutta, collaborando attivamente nel perfezionare l’attività preventiva del territorio e infondere maggiore sicurezza nei cittadini migliorando la vivibilità sociale, tenendosi costantemente al corrente dei fatti, degli avvenimenti e delle situzioni locali, soprattutto in favore dei più deboli, delle problematiche giovanili e scolastiche attraverso lezioni sulla legalità e contro ogni forma di violenza alle donne. Sin da subito il nuovo comandante di Agugliano e Polverigi ha ricevuto le prime indicazioni operative dal maggiore Conforti, Comandante della Compagnia di Osimo basate su 3 direttrici: primo, quella preventiva attraverso la massima proiezione dei servizi esterni e consorziati con le Stazioni conternini di Offagna, Filottrano me Osimo; seconda, quella repressiva nel contrasto ai reati predatori (furti, rapine e truffe) e ad ogni forma di illegalità; terza, quella relazione nel costante e costruttivo rapporto di piena vicinanza con la popolazione, autorità locali e polizia locale, al fine di vigilare sulla situzione socio-economica locale e verifica dei flussi migratori dei cittadini, in costante osmosi info-operativa con il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Osimo. A D’Amore anche il benvenuto dal Comandante Provinciale di Ancona  il colonnello Stefano Caporossi e l’augurio di buon lavoro da tutti i colleghi della compagnia osimana.    

Curriculum vitae

E’ nato a Messina nel 1973, si è arruolato nell’Arma dei Carabinieri nel 1998, ha conseguito la maturità scientifica nel 1992. Ha iniziato la sua carriera da civile nel 1998 arruolandosi nell’Arma quale Carabiniere effettivo fino al 2012 quando è risultato vincitore del concorso pubblico per sottufficiali dei carabinieri alla Scuola di Velletri nell’anno 2011-2012.  Queste le tappe di una brillante carriera operativa in cui il Maresciallo Ordinario D’Amore Mauro si è da subito distinto per il suo grande fiuto investigativo in attività di antidroga, nel contrasto e repressione ai reati contro il patrimonio (furti e truffe). Dal 11/09/1998 al 22/08/1999 – pèresso la Scuola “DE TOMMASO” Allievi CC - 2ª Compagnia Roma (Rm) quale Allievo Cararabiniere Effettivo. Dal 24/08/1999 al 18/08/2011 Stazione CC Montemarciano (AN) – Compagnia CC di Senigallia (AN) quale Addetto Alla Stazione. Dal 19/08/2011 al 31/01/2013 Stazione CC Furnari (Me) – Compagnia CC di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) quale Addetto Alla Stazione. Dal 01/02/2013 al 30/06/2014 Stazione CC San Pier Niceto (Me) – Compagnia CC di Milazo (ME) quale Addetto Alla Stazione. Dal 01/07/2014 al 04/04/2018 Stazione CC Monte San Vito (An) – Compagnia CC di Jesi (AN) quale Addetto Alla Stazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Scompare dopo la visita dal dentista, una task force per cercarlo

Torna su
AnconaToday è in caricamento