Gazebi sfondati, grandine ed allagamenti: danni per milioni di euro

E’ quanto emerge dal primo monitoraggio avviato da Uecoop Marche, l’Unione europea delle cooperative, sulla situazione nei territori della costa adriatica e dell’entroterra

Auto distrutta a Numana

Gazebi sfondati a Fano, alberi divelti a Pesaro, allagamenti nelle strutture di Porto San Giorgio e Ancona, piantine in vaso, banconi e espositori distrutti a Jesi. E’ quanto emerge dal primo monitoraggio avviato da Uecoop Marche, l’Unione europea delle cooperative, sulla situazione nei territori della costa adriatica e dell’entroterra, investiti dalla violenza dell’ultima ondata di maltempo.

«Una situazione di eccezionale gravità – spiega Uecoop Marche – con milioni di euro di danni a tutto il sistema produttivo e turistico delle Marche e delle regioni Abruzzo ed Emilia. E’ un duro colpo per le imprese, non sono lungo la costa ma anche nelle zone interne, pertanto è necessario avviare la procedura per lo stato di calamità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento