Cronaca

Malato di Hiv faceva sesso non protetto, partner da rintracciare: l'appello della Polizia

Alla Polizia di Ancona spetta il compito di tamponare la propagazione del virus che porta alla malattia dell’AIDS e lancia un appello a tutti coloro possano avere informazioni utili alle indagini

Per almeno 10 anni ha tramesso il virus dell’hiv a più di 200 partner sessuali, con la consapevolezza di essere malato e contagioso. L’untore ora si trova in carcere proprio perché la Polizia lo ritiene pericoloso. Ma adesso agli agenti della Squadra Mobile di Ancona spetta il compito di tamponare la propagazione del virus che porta alla malattia dell’AIDS e lancia un appello a tutti coloro possano avere informazioni utili alle indagini. 

“Per esigenze investigative e per il rilevante interesse pubblico che potrebbe riguardare eventuali altre vittime di reato, la Squadra Mobile di Ancona sta cercando di contattare coloro che abbiano eventualmente avuto incontri sessuali con il  Claudio Pinti, di cui si divulga la fotografia. Chiunque fosse in possesso di notizie utili, è pregato di contattare con urgenza personale della Polizia di Stato - Squadra Mobile di Ancona, negli orari mattina o pomeriggio al numero 071-2288595”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malato di Hiv faceva sesso non protetto, partner da rintracciare: l'appello della Polizia

AnconaToday è in caricamento