Lite per un parcheggio, rissa all'uscita da scuola: volano pugni e minacce di morte

Il papà di un'alunna e un automobilista di passaggio si sono presi a cazzotti sotto gli occhi di decine di ragazzini e delle loro insegnanti: la preside ha sporto denuncia

foto d'archivio

Il caos è scoppiato per motivi banali: un papà che aveva accostato davanti alla scuola, in attesa dell’uscita della sua bambina, e un automobilista impaziente che non riusciva a passare e si è attaccato al clacson. E’ bastata una parola di troppo per scatenare la rissa: i due sono scesi dall’auto, si sono insultati e poi sono venuti alle mani. Uno ha sferrato un pugno in faccia all’altro, tanto da fargli volare gli occhiali. Il rivale ha reagito. La situazione è rapidamente degenerata: pugni, parolacce, minacce di morte. Il tutto sotto gli occhi di decine di ragazzini e delle loro insegnanti che, spaventate, li hanno fatti rientrare a scuola. 

Alla fine i litiganti si sono allontanati prima ancora dell’arrivo delle forze dell’ordine che, ricevuta la denuncia dalla preside dell’istituto comprensivo, ora indagano sulla zuffa da paura esplosa ieri mattina, attorno alle 13,30, all’uscita dalla scuola media Podesti di via Urbino. Protagonisti della scena decisamente poco edificante, il papà di una ragazzina che frequenta l’istituto e un automobilista di passaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A separarli ci hanno pensato alcuni volontari della Croce Gialla, la cui sede si trova proprio sotto la scuola, e un’insegnante che, nel caos, è stata urtata e buttata a terra (senza conseguenze, per fortuna) dall’auto di uno dei contendenti che, dileguandosi a tutta velocità, con una pericolosa inversione a U ha rischiato di investire qualcuno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

  • Reparti Covid sold out a Torrette, scatta il blocco delle ferie per infermieri e Oss

  • Party abusivo al porto, in consolle c'era pure il Dj: ora sono guai per il titolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento