Jesi, viale Cavallotti: per i giardini pubblici restyling da 400mila euro

Il primo intervento, pari a 150 mila euro, sarà destinato al lato dei giardini che ingloba il monumento ai caduti. Si comincerà con l'improcrastinabile recupero degli alberi

Il monumento ai caduti ai giardini di viale Cavallotti

I giardini pubblici di viale Cavallotti a Jesi saranno oggetto di un complesso lavoro di manutenzione straordinaria. La Giunta comunale, nella sua ultima seduta, ha approvato il progetto preliminare dell'intervento che riguarderà entrambe le parti dei giardini, attraversati da viale Cavallotti. Significativo l'intervento finanziario, stimato in oltre 400 mila euro, che permetterà di riqualificare appieno il parco principale della città.

Il primo intervento, pari a 150 mila euro, sarà destinato al lato dei giardini che ingloba il monumento ai caduti. Si comincerà con l'improcrastinabile recupero degli alberi. Fino ad oggi si erano effettuati solo interventi tampone per rimuovere rami caduti o piante pericolanti. Stavolta si procederà ad una accurata bonifica vegetazionale, con potature degli alberi sani e l'abbattimento di quelli malati o che costituiscono rischi per la pubblica incolumità. Si proseguirà poi con la sistemazione dei vialetti di ghiaia, il rifacimento dei cordoli, la pulitura del monumento, della fontana, la sistemazione dei servizi igienici, il ripristino degli arredi, a cominciare dall'installazione di nuove panchine. Intervento drastico anche lungo il fatiscente marciapiede di via Grecia, che verrà completamente rimosso e ricostruito, con interventi appropriate per evitare che le radici delle piante provochino nuovamente dissesti che lo rendono di non agevole percorrenza per i pedoni.

Durante le prossime settimane si procederà alla definizione del progetto definitivo ed esecutivo per procedere alla gara d'appalto e assegnare così i lavori subito dopo il periodo invernale.

Sarà invece pari a 175 mila euro il secondo intervento, programmato nel lato stadio dei giardini. Qui, come noto, grazie alla nuova convenzione stipulata per la gestione dell'impianto sportivo - che vede uniti Uisp e Jesina - sono già in corso primi interventi di sistemazione provvisoria. Si sta procedendo al taglio dell'erba, alla raccolta del secco sui vialetti, alla potatura delle siepi, allo sfoglimento dei cespugli, alla rimozione di tutto il materiale raccolto, alla inghiaiatura dei vialetti. Prossimamente sarà concordata con la polizia municipale la chiusura fisica al traffico veicolare, lasciando l'accesso esclusivamente per i mezzi di lavoro ed i pullman delle squadre di calcio ospiti.

In questa parte dei giardini, l'intervento previsto nel preliminare, prevede il recupero dell'intera parte storica, la bonifica della vegetazione ed altri lavori che interessano il recupero dei sentieri, la pulizia della vasca, nuovi elementi di arredo. Il cantiere, in questo caso, partirà una volta completati i lavori sull'altro versante del parco.

Infine, con 90 mila euro, si procederà al rifacimento completo dell'impianto di illuminazione, sempre nella parte dei giardini lato stadio. Un intervento importante anche questo, dal momento che si tratterà di recuperare i lampioni storici e di realizzare un impianto nel pieno rispetto delle normative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento