Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Montirozzo / Via Fratelli Cervi

Ladro seriale: spunta la pista della droga e delle truffe online

A manovrare il 49enne anconetano accusato di almeno venti furti sarebbe stato il suo pusher-ricettatore, che riceveva in cambio della droga merce rubata e documenti con cui compiere truffe telematiche

Dalla vicenda del “ladro seriale”, il 49enne anconetano che la polizia non ha potuto arrestare sebbene sospettato di almeno una ventina di furti (perché mancava la flagranza di reato) emergono nuovi e complessi sviluppi. A svelare il retroscena è il Messaggero.

Secondo quanto si apprende a manovrare il ladro dorico sarebbe stato il suo ricettatore, un giovane di 27 anni (trovato in possesso, fra le altre cose, di un prezioso orologio Tissot rubato all’interno di una casa in via Fratelli Cervi). L’uomo infatti avrebbe confessato agli inquirenti di avere una forte dipendenza da eroina, che gli veniva fornita dal giovane ricettatore-pusher in cambio di parte della refurtiva ma soprattutto di documenti di identità che il topo d’appartamento riusciva a sottrarre nel corso dei furti, che poi servivano al giovane per operare dei furti di identità e compiere truffe online.

Una vicenda complessa, dunque, su cui ora inquirenti e magistratura dovranno fare luce.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro seriale: spunta la pista della droga e delle truffe online

AnconaToday è in caricamento