Cronaca

Furto al Cus Ancona, la denuncia di Francescangeli: «Il ladro aveva le chiavi»

Dalla palestra delle Palombare, utilizzata dalla ginnastica cussina, sono stati sottratti 400 euro destinati all’iscrizione per le gare nazionali di Rimini. Il presidente dorico non ha nascosto l’amarezza

Brutta pagina di cronaca in casa Cus Ancona, in particolare per la sezione ginnastica. Dalla palestra delle piccole ginnaste alle Palombare sono stati rubati 400 euro, soldi destinati all’iscrizione per le prossime gare nazionali di Rimini. Il presidente biancoverde David Francescangeli non ha nascosto la sua amarezza affidandosi ad un post attraverso la propria pagina Facebook:

“Quelle cose che non ti aspetti. Un bottino di circa 400€ fruttato ad una persona meschina che in possesso delle chiavi (visto che non c'è nessuna traccia di effrazione) si è introdotta o introdotto nella palestra della nostra ginnastica delle Palombare per rubare soldi e sogni.  In un periodo di così grandi difficoltà che affrontiamo quotidianamente per portare avanti con orgoglio e con profondo senso etico l'attività sportiva, non reputo sostenibile nessuna giustificazione che renda tollerabile rubare dei soldi ad una Associazione che non ha nel lucro la propria essenza bensì nel valore sociale di ciò che fa.  Per quanto possa contare sappi, caro amico o amica, che non hai rubato soldi al CUS Ancona, ma a giovani atlete le cui famiglie fanno sacrifici per far fare sport alle loro figlie.  Servivano per iscriverci alle gare di Rimini e garantiremo che ciò accada lo stesso mettendo di tasca CUS quanto hai rubato, per tenere sempre alti i sogni di chi fa sport con noi perché alla fine è quello ciò che conta. Resta la profonda amarezza che esisti però. Che esiste una persona la cui dignità vale zero o al massimo 400€”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto al Cus Ancona, la denuncia di Francescangeli: «Il ladro aveva le chiavi»

AnconaToday è in caricamento