Interporto, ritardi nella compravendita della palazzina: l'interrogazione di Giancarli

La Vicepresidente Casini risponde sull'iter di vendita avviato e non ancora concluso. Per perfezionare l'acquisizione l'Asur attende il risanamento industriale della Società

interporto Marche

«Non c'è una data certa sulla conclusione della compravendita della palazzina di proprietà di Interporto Marche». E' quanto conclude il consigliere regionale Enzo Giancarli (Pd) dopo la discussione in Aula della sua interrogazione per conoscere i tempi di acquisto da parte dell'Asur dello stabile, destinato alla Centrale unica di risposta del 118, alla nuova logistica regionale del farmaco e al centro regionale della Protezione civile. Nella risposta fornita dalla Vicepresidente Anna Casini è stato precisato che la principale condizione posta dall'Azienda sanitaria, contenuta nel contratto preliminare firmato lo scorso 27 dicembre, è la predisposizione da parte di Interporto Spa, proprietaria dell'edificio, di "un piano di risanamento aziendale". La scadenza della presentazione del piano, fissata per marzo 2019, è stata ulteriormente prorogata in attesa del risanamento societario. "Le date per la conclusione dell'iter procedurale – precisa la risposta all'atto ispettivo - sono pertanto condizionate dalle scelte attualmente in capo all'Asur, che ha comunque concluso l'iter procedurale di individuazione, valutazione e progettazione preliminare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Non sono soddisfatto dalla risposta, perché ad oggi non disponiamo di una data certa sul passaggio di proprietà. Quando si va alla stipula? – commenta Giancarli - Come riportato anche nel Documento di economia e finanza regionale appena approvato dalla commissione bilancio, l'utilizzo delle aree interportuali è una scelta importante perché valorizza tre funzioni, quelle svolte dal 118, dalla centrale logistica del farmaco e dal centro regionale della Protezione Civile. Mi auguro che le procedure possano continuare in modo più celere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento