Cronaca Falconara Marittima

Nonna Giulia pensa agli over 65, apre il servizio InformAnziani

Il Comune lancia un nuovo sportello informativo al Centro Pergoli. Due giorni la settimana, sarà gestito da volontari

Una finestra dalla quale poter avere tutta la panoramica delle possibilità, delle agevolazioni ma anche delle opportunità dedicate ai capelli grigi. Da una collaborazione tra il Comune e l’associazione Nonna Giulia nasce lo sportello InformAnziani. Nome che potrebbe far piccare qualche over 65, soprattutto quelli più a ridosso della soglia, ormai socialmente superata, del passaggio all’età anziana, ma così è. A partire da martedì 10 aprile, tutti i martedì (dalle 15.30 alle 18.30 e i giovedì (dalle 9.30 alle 12.30) l’info point ospitato al Centro Pergoli e gestito dai volontari di Nonna Giulia offrirà supporto e informazioni. «L'esigenza di aprire anche questo sportello nasce sulla base dell'aspetto demografico della nostra città - spiega la vicesindaco Stefania Signorini -. Così come abbiamo fatto per i giovani con l' informagiovani e con lo sportello Frida per le donne adesso lo sportello per gli anziani è un'altra risposta concreta e fattiva di questa amministrazione alle esigenze dei falconaresi. La localizzazione al fianco dell'informagiovani poi, può essere utile all' interscambio generazionale. I giovani attraverso una sinergia potrebbero mettere le loro competenze a disposizione degli anziani, come ad esempio corsi per usare pc e social, e viceversa». 

InformAnziani si prefigge dunque di essere terminale. I volontari, educatori guidati dalla psicologa Pamela Dominelli, sarà a a disposizione dell’utenza «ma anche delle loro famiglie - spiega la presidente di Nonna Giulia, Vanessa Petrillo - che potranno trovare anche sostegno nell’espletamento di pratiche burocratiche. L'auspicio è di essere punto di riferimento anche per altre associazioni sul territorio per creare una sinergia che per noi è fondamentale». Plaude la presidente del consiglio comunale Yasmin Al Diry che ha sostenuto l’iniziativa. «Ringrazio Nonna Giulia per averci proposto questo progetto - commenta - che ci offre l’occasione di ripagare il debito di gratitudine con i nostri nonni. Importanti per il tessuto sociale e per il valore storico della nostra città».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nonna Giulia pensa agli over 65, apre il servizio InformAnziani

AnconaToday è in caricamento