Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Stroncato da un infarto Danilo Tornifoglia, lo Strabacco di Ancona: martedì i funerali

Martedì pomeriggio si terranno i funerali alle 15:30 nella chiesa di San Domenico in piazza del Papa. La veglia si è tenuta lunedì pomeriggio in casa, dove amici e parenti si sono ritrovati insieme alla moglie Nadia

Danilo Tornifoglia

Si è svegliato come tutti i giorni nella sua casa al quartiere Pinocchio, dove da anni viveva con sua moglie. Ha fatto colazione. Poi ha detto di sentirsi poco bene e si è steso sul divano. E’ lì che il suo cuore ha smesso di battere. Se ne è andato così l’oste buono, Danilo Tornifoglia, l’anima del ristorante Strabacco nel cuore di Ancona. Aveva 64 anni. Domani (martedì) pomeriggio si terranno i funerali alle 15:30 nella chiesa di San Domenico in piazza del Papa. La veglia si è tenuta lunedì pomeriggio in casa, dove amici e parenti si sono ritrovati per porgere le condoglianze alla moglie Nadia, che ha raccontato quanto accaduto: «Ci siamo svegliati presto come sempre. Abbiamo fatto colazione. Lui non respirava bene ma era sempre raffreddato. Però dopo un po’ ha detto che non si sentiva bene e si è messo sul divano. Ho visto dal suo volto che qualcosa non andava, poi ha fatto l’ultimo sospiro. Ho pregato “amore rispondimi!” ma niente». Erano le 7:40 circa quando è arrivata la chiamata al 118. Immediato l’arrivo della Croce Rossa di Ancona, che ha tentato di rianimarlo per 50 minuti, tentando due volte di fa ripartire il suo cuore con il defibrillatore. Ma l’uomo non ce l’ha fatta. 

In passato il ristoratore non aveva mai avuto alcun tipo di problema. Solo da luglio, per motivi salute, aveva cominciato a seguire un regime alimentare più regolare, smettendo di bere il vino. Un sacrificio non da poco per lui che il suo locale lo aveva chiamato “Osteria Strabacco”, meta di "pellegrinaggio" tanti personaggi famosi e per tutti gli amanti della buona cucina accompagnata da una gioviale compagnia. Oggi il locale è rimasto chiuso per lutto e domani sarà il giorno dei funerali, dove tutta la città saluterà per l’ultima volta non un semplice chef e ristoratore, ma un amico, un buono. Un persona conosciutissima in città per la sua voglia di vivere e una grande cultura. Soprattutto nel campo dell’enogastronomia e dei vini. Danilo Tornifoglia è stato autore di 3 libri quali “Il crudo e il cotto” scritto I libri di Danilo Tornifoglia-2insieme a Maurizio Gioacchini e “Stasera a cena da me?”, scritto con Antonio Corrado. Di recente aveva pubblicato la sua 3° opera: “I Giardini d’Oltralpe. Guida alla Francia del vino”. E chissà quanto altro ancora avrebbe potuto scrivere. Sì, perché la scrittura era la sua altra grandissima passione. Per tanti anni ha collaborato per i quotidiani locali quali Il Messaggero e Il Corriere Adriatico, curando rubriche dedicate alla tavola e alla buona cucina. Fino a raggiungere quel sogno: diventare un giornalista. Lo era diventato di recente. Una piccola gioia dopo aver vissuto molti momenti difficili nella vita. Solo negli ultimi anni aveva perso 3 cari amici. E per lui gli amici erano sacri. Sempre pronto ad aiutare chi si rivolgeva a lui, non mancava mai di sdrammatizzare con una battuta in anconetano. Mancherà molto all'amico Paolo Giampaoli che lo ha ricordato così su Facebook: "A me e a noi tutti non resta che la sua grande generosità e amicizia verso il prossimo e che possa essere d’insegnamento per tanti. Strabacco non sarà più lo stesso senza l’oste buono, ma nel suo ricordo cosi come lui vorrebbe dobbiamo tutti andare avanti perché Danilo è nei nostri cuori e ci guiderà da ovunque lui sia. Sono riuscito ad arrivare in fondo tra una lacrima e l’altra caro “Chicchi” e grazie ancora per avermi onorato di esserti stato Amico". In lutto anche il socio e imprenditore Paolo Bonetti che ha detto poche parole: «Per me era una bussola, la sua conoscenza era un faro nel lavoro e nella vita. Sapeva tutto, una persona colta. Ci vivevo insieme. Pranzo e cena tutti i gironi. Era un pezzo di me».

Proprio domenica sera Paolo Bonetti aveva chiuso l'osteria insieme all'amico Danilo, tra una gag e una chiaccherata. Poi la tragica inaspettata notizia. Martedì ai funerali, tutta la città potrà dare l’ultimo saluto allo chef, scrittore, giornalista e amico Danilo Tornifoglia. In una parola lo “Strabacco” di Ancona

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato da un infarto Danilo Tornifoglia, lo Strabacco di Ancona: martedì i funerali

AnconaToday è in caricamento