Incidenti stradali

Si schianta contro un Tir in A1, grave la figlia 33enne di un'assessore di Agugliano 

Vicino a Sara Iommi ci sono i genitori arrivati da Agugliano e nei prossimi giorni dovrebbero arrivare anche gli amici da Ancona. Intanto sulla sua pagina Facebook della 33enne si rincorrono messaggi di speranza

L'incidente in Autostrada 1

Sabato sera scorso (18 giugno) viaggiava da sola su una Fiat Panda quando si è schiantata contro un camion che la precedeva. E' stata trasportata d'urgenza all'ospedale Maggiore di Parma ma resta in condizioni gravissime Sara Iommi, ricercatrice e scrittrice di 33 anni, originaria di Agugliano ma da tempo residente a Parma, figlia di un medico di famiglia e dell'assessore ai Lavori Pubblici e Patrimonio di Agugliano Franca Bassani.

Era circa l'una di notte quando, per cause in corso di accertamento, la sua Fiat Panda ha violentemente tamponato il camion che la precedeva, mentre stava percorrendo l'autostrada A1 all'altezza di Fontanellato (Provincia di Parma), in direzione Bologna. Sul posto i soccorsi del 118 che hanno trasportato la donna al Maggiore. Attualmente si trova ricoverata nel reparto di Rianimazione. La donna, che viaggiava da sola, ha riportato traumi in diverse parti del corpo ed è già stata sottopost a due delicati interventi chirurgici. Vicino a lei ci sono i genitori arrivati da Agugliano e forse nei prossimi giorni dovrebbero arrivare all’ospedale parmense anche degli amici da Ancona. La prognosi resta riservata. 

LA SPERANZA SUI SOCIAL. Intanto tra i conoscenti si è sparsa la voce delle gravi condizioni in cui versa la giovane e sulla sua pagina Facebook si rincorrono messaggi di speranza. “Intreccio i miei capelli a tuoi..ti tengo stretta..non mollare!!” scrive Nicoletta. Claudia posta : “Ho appena saputo che la nostra compagna Sara è in condizioni gravi all'ospedale di Parma. La conobbi che lavorava per il partito sociale, per costruire pezzo pezzo un mondo migliore. Dategli un pezzettino dei vostri pensieri e della vostra forza. Resisti”. "Al momento Sara è in coma. Non possiamo fare altro che dirle di non mollare e di non cedere nella sua lotta. Sono solo tre anni che la conosco ma mi basta per dire che è una lottatrice e ho fiducia in lei scrive Riccardo. E poi tantissimi "Forza Sara". Amici, compagni di militanza politica, conoscenti e familiari. In tanti scrivono sul suo profilo Facebook. "Se le arrivasse tutto l'amore che parte anche da queste pagine" scrive Anna Maria, mentre in tanti si stanno orgnaizzando per partire in gruppo alla volta di Parma e stare vicino alla loro amica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si schianta contro un Tir in A1, grave la figlia 33enne di un'assessore di Agugliano 

AnconaToday è in caricamento