Cronaca Posatora / Via Posatora

Maxi rogo a Posatora, si pentono i baby piromani: parteciperanno a corsi antincendio

Accettata la richiesta di messa alla prova per i due ragazzi, all'epoca sedicenni, che per "gioco" scatenarono l'inferno al parco Belvedere: perdono giudiziale per il loro amico

L'incendio del 2017 nel parco di Posatora

Maxi incendio a Posatora, il tribunale dei minori si è espresso sui baby piromani: per due è stata accettata la richiesta di messa alla prova, per il terzo è scattato il perdono giudiziale. 

Il rogo divampò nella notte tra il 20 e il 21 giugno 2017: quasi due ettari del parco Belvedere andarono in fumo e le fiamme altissime arrivarono a lambire le abitazioni della Palombella. Le indagini della Squadra Mobile consentirono di individuare nel giro di pochi giorni i responsabili, uno dei quali si autodenunciò: sono due ragazzi, all’epoca sedicenni, accusati non solo di incendio colposo, ma anche di danneggiamento aggravato di due bidoni della spazzatura.

Il rogo, secondo la ricostruzione, fu causato per “gioco” con un accendino. I due giovani, diventati da poco maggiorenni, tramite il loro avvocato hanno chiesto la messa alla prova che è stata accettata dal giudice: dovranno partecipare a servizi socialmente utili e ad un corso sulla sicurezza antincendio per almeno 8 mesi. Il terzo componente del gruppo, invece, doveva rispondere solo di un episodio legato al danneggiamento dei cassonetti ed è risultato estraneo all’incendio: così, ha ottenuto il perdono del giudice. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi rogo a Posatora, si pentono i baby piromani: parteciperanno a corsi antincendio

AnconaToday è in caricamento