menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anno accademico Univpm, Longhi: “Parole d’ordine persone, contaminazione e ricerca”

E' stata l'on.le Cecilè Kienge ad aprire con il suo intervento la cerimonia di inaugurazione, davanti ad una platea di settecento persone

E’ stata l’on.le Cecilè Kienge ad aprire con il suo intervento la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2013-2014 dell’Università Politecnica delle Marche, che si è svolta come di consueto nell’Aula Magna d’Ateneo Guido Bossi al Polo universitario di Monte Dago. Fuori dall’aula ci sono state alcune contestazioni.
Il suo intervento ha riscosso gli applausi dal numeroso pubblico (settecento circa i presenti in aula) "Non ha senso chiedersi se si è a favore o contro le società multiculturali perché non esistono società monoculturali” ha detto l’ex ministro “Tutte le società sono fatte di intrecci di culture e popoli".

E’ seguita la relazione del rettore Sauro Longhi, dal titolo “ Il futuro che cerchiamo” in cui il rettore ha evidenziato la necessità di ritrovare all’interno dell’Università le motivazioni, le risorse, le competenze e le professionalità per porre l’Università pubblica al centro di quel rinnovamento che la società sta chiedendo per dare una nuova spinta propulsiva al Paese. Il futuro, ha detto Longhi, ci impone di investire su tre fattori principali che dovranno essere i punti cardine dell’Ateneo: persone, contaminazione e valorizzazione della ricerca.

L’Ateneo ha avviato un dialogo con il Comune di Ancona per delineare per Ancona un futuro di Città Universitaria in un'accezione nuova che vedrà per quest’anno, l’organizzazione di una settimana di Maggio che sarà dedicata al tema del futuro e che coinvolgerà tutta la città animandola con l’entusiasmo dei giovani mentre a Settembre l’Ateneo promuoverà “La notte dei ricercatori” ad Ancona.
Con al Regione Marche si è inoltre attivato un dialogo per incrementare l’entità dei servizi offerti agli studenti per il diritto allo studio.

La prolusione è stata tenuta dal professor Ugo Ascoli, ordinario di Sociologia economica presso la facoltà di Economia, sul tema “ Welfare, nuovi rischi sociali e innovazione”

L’integrazione è stato il tema conduttore di tutta la cerimonia.  “Per le nuove generazioni questo sarà uno dei problemi da risolvere – si legge nella nota ufficiale diramata da Univpm – e per questo l’Università e la Scuola devono cercare di fornire tutte le conoscenze per poterlo affrontare e far si che dalla soluzione scaturiscano opportunità di sviluppo e benessere per il nostro Paese”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento