menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Partita IVA solo per il permesso di soggiorno, controlli e denunce: blitz all’Hotel House 

Centinaia di evasori totali scoperti dalla Guardia di Finanza, insieme a Partite IVA aperte ma di fatto inattive: servivano solo per giustificare il permesso di soggiorno

Controlli a tappeto della Guardia di Finanza all’Hotel House. I militari della Tenenza di Porto Recanati hanno scopeto 113 evasori totali tra residenti e dimoranti del complesso multietnico (GUARDA IL VIDEO). Si tratta di soggetti, cioè, che non hanno mai presentato una dichiarazione dei redditi o dell’Iva. Secondo i calcoli dei finanzieri, hanno nascosto allo Stato circa 240mila euro di ricavi ed Iva per 50mila euro. Tre persone sono state denunciate con l’accusa di immigrazione clandestina e una persona per favoreggiamento di quello stesso reato. 

Le ricostruzioni

Le indagini hanno ricostruito che in 236 casi le persone avevano aperto partite IVA solo per ottenere il permesso di soggiorno, senza esercitare l’attività di commercio ambulante per la quale avevano attivato lo strumento fiscale. Alcuni soggetti sono già tornati da tempo nei Paesi di origine. In molti casi, spiegano i finanzieri in una nota «sono state sì presentate le prescritte dichiarazioni annuali delle imposte, che però si sono rivelate meri atti formali in cui sono stati dichiarati redditi molto esigui finalizzati a giustificare il sostentamento sul nostro territorio, ricompresi tra i 7.000 e i 10.000 euro, da cui sono scaturite imposte dovute, anch’esse esigue, che peraltro nella quasi totalità dei casi non sono state neanche versate». Oltre alla chiusura delle partite IVA inattive, i controlli hanno portato anche al ricongiungimento di 89 partite IVA con l’effettivo luogo di esercizio dell’attività. 

L’Hotel House 

L’Hotel House è un complesso multietnico di 480 appartamenti su 17 piani, e una
popolazione ufficiale di circa 1.200 persone (22 nazionalità diverse) anche se durante la stagione estiva, spiegano i finanzieri, i dimoranti hanno talvolta raggiunto le 3.000 unità.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento