Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Senigallia

Furti a raffica sotto gli ombrelloni: arrestato dai carabinieri il ladro 23enne

Il giovane derubava i turisti di soldi, documenti e smartphone. I carabinieri sono intervenuti e lo hanno arrestato. Il Gip ha disposto l'obbligo di dimora per lui

Derubava i turisti in vacanza a Senigallia trafugando documenti, contanti e costosi telefoni cellulari. Grazie al tempestivo intervento dei carabinieri sulla spiaggia di velluto il ladro di 23 anni è stato arrestato e per lui il giudice ha disposto l'obbligo di dimora a Maiolati Spontini, dove risiede.

Furti a raffica sotto gli ombrelloni

I militari dell’Arma sono intervenuti intorno alle 13 sul lungomare Leonardo Da Vinci, presso il bagno 121, dove era stato segnalato un furto commesso ai danni di un bagnante. Immediati sono stati i controlli svolti nei luoghi limitrofi per scoprire il responsabile. Grazie anche ad alcune testimonianze raccolte sul posto i carabinieri hanno individuato un giovane, che si aggirava con fare sospetto sul lungomare, a piedi, indossando il solo abbigliamento intimo. Il ragazzo, alla vista della pattuglia, ha abbandonato a terra la refurtiva cercando di passare inosservato ma il movimento non è sfuggito alle forze dell'ordine, che hanno raccolto a terra due Iphone ed un portafogli con documenti e denaro contante. Gli immediati accertamenti hanno consentito di appurare che quella era la refurtiva di un furto commesso pochi minuti prima ai danni di una coppia di turisti, che si trovava presso i bagni 119. A riprendere la scena del furto erano state anche le telecamere di sicurezza dello stabilimento, che sono state acquisite dai carabinieri. Ma quello non era l’unico reato commesso dal giovane. I militari si sono messi alla ricerca della macchina che aveva in uso, trovandola parcheggiata sul lungomare, poco distante dal luogo in cui era stato controllato. All’interno del veicolo hanno trovato altra refurtiva, nello specifico documenti di identità, carte bancarie e la somma in contanti di 155 euro. Quegli oggetti erano provento di altri due furti, commessi sempre nella mattinata, nei pressi di altri due stabilimenti siti sul lungomare Da Vinci, ai danni di due uomini, che avevano già sporto denuncia.

La refurtiva è stata restituita ai legittimi proprietari, mentre il giovane è stato arrestato per furto e sottoposto agli arresti domiciliari. Questa mattina si è svolta l’udienza di convalida davanti al Gip del Tribunale di Ancona che ha disposto per lui l’obbligo di dimora.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti a raffica sotto gli ombrelloni: arrestato dai carabinieri il ladro 23enne

AnconaToday è in caricamento