Sassate alle finestre, poi le irruzioni: Offagna assediata dai ladri vandali

Gang in fuga su una Mazda nera con soldi e gioielli. Devastata l'abitazione di un salumiere durante le Feste Medievali

Foto di repertorio

Tre furti riusciti e un quarto tentato: Offagna è sott’assedio e trema di paura per una gang, presumibilmente dell’est Europa, che sembra imprendibile. I carabinieri della Compagnia di Osimo danno la caccia a quattro ragazzi, tra i 20 e i 30 anni, che si aggirano nel paese con una Mazda nera

Sassate preventive

La tecnica è sempre la stessa. Scagliano pietre contro le finestre, la sera, per verificare che in casa non ci sia nessuno e che non scattino allarmi. Se tutto tace, fanno irruzione. C’è chi si è trovato buchi sui vetri, come una residente di via San Bernardino che venerdì sera, fra le 21,30 e le 22, mentre guardava la tv, si è spaventata quando ha sentito il rumore di due colpi: credeva si trattasse di spari, in realtà erano sassate che le hanno danneggiato due vetrate. Quando si è affacciata, però, non ha visto niente. Soltanto il giorno dopo ha realizzato che i ladri, nel frattempo, erano andati dai vicini. «Adesso vivo con la paura, barricata in casa - dice -. Siamo disperati e terrorizzati». 

Raid durante le Feste Medievali 

Venerdì si tenevano le Feste Medievale ad Offagna. I malviventi lo sapevano e ne hanno approfittato per fare razzia. In via Vallone si sono dovuti accontentare di un prosciutto rubato da un appartamento al primo piano in cui sono entrati sfondando una finestrella, l’unica non protetta da grate metalliche. Il colpo grosso, invece, è riuscito a casa di un salumiere molto conosciuto nel paese, in via Montegallo. Armati probabilmente di mazze, hanno abbattuto una grossa vetrata antisfondamento. Poi hanno dato sfogo alla loro violenza distruggendo mobili e armadi alla ricerca di una cassaforte che non hanno trovato. Sono riusciti ugualmente a scappare con gioielli, monili d’oro, soldi e pure un paio di candelabri d’argento. 

Bottino ricchissimo 

Un vero e proprio raid. Ma non è finita qui perché lunedì sera, non contenti, sono tornati in via Montegallo, stavolta per saccheggiare l’abitazione in cui vivono un pensionato, la moglie casalinga e il figlio di 28 anni. Erano usciti insieme ai nipotini per prendere un gelato. In quell’ora di “buio” i ladri sono entrati da una finestra lasciata aperta per il caldo, dopo aver divelto la persiana in legno, e hanno messo sotto sopra l’abitazione. Hanno preso tutto quel che di prezioso hanno trovato: orologi, collane d’oro, braccialetti, 600 euro in contanti, una macchina fotografica, i ricordi di una vita. Così hanno rimpinguato il bottino della loro campagna delinquenziale, che ammonta a decine di migliaia di euro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento