Furgone contromano, inseguimento e auto dei vigili speronata: arrestato

Stamattina si è tenuta l’udienza di convalida dell’arresto, dove il giudice ha convalidato l’arresto e rinviato il processo al prossimo 27 febbraio dopo la richiesta dell’avvocato dei termini a difesa

Foto di archivio

Non si è fermato all’alt, ha ingaggiato un inseguimento contromano speronando l’auto della Polizia Municipale fino a schiantarsi contro una macchina in sosta per poi tentare la fuga. Ha provato anche a girarsi la felpa per cambiare il colore dell’indumento e confondere le forze dell’ordine che non ci sono cascati e, alla fine, lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di un romeno di 22 anni senza fissa dimora, a bordo di un furgone (foto in basso) rubato il 4 febbraio a Foggia. La sezione giudiziaria della Municipale dorica gli contesterà anche la guida in stato di ebrezza e la ricettazione perché, in quel furgone, il romeno aveva degli attrezzi di lavoro sospetti. Non è infatti escluso che quegli arnesi potessero servire per compiere dei furti. 

Resta la pericolosità del fatto accertato ieri pomeriggio intorno alle 16, quando il Fia Ducato è stato intercettato mentre percorreva contromano via Albertini in zona Baraccola. La pattuglia della municipale prima ha attivato i lampeggianti per segnalare lo "stop". Ma il conducente, per tutta risposta, ha puntato i vigili per poi accelerare e darsi alla fuga. E’ così scattato l’inseguimento da brividi in cui il romeno ha anche speronato l’auto di servizio rischiando di mandare i vigili fuori strada. Una corsa folle. Fino a quando non è arrivato in un vicolo cieco. Braccato, il romeno si è lanciato fuori dal mezzo, lasciato col motore accesso, schiantatosi subito dopo contro delle auto parcheggiate. Ma ormai il fuggitivo era al capolinea. L'inseguimento è proseguito a piedi e finito poco dopo, quando il giovane è stato bloccato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stamattina si è tenuta l’udienza per direttissima in cui il giudice Paolo Giombetti ha convalidato l’arresto e rinviato il processo al prossimo 27 febbraio dopo la richiesta dell’avvocato dei termini a difesa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Contagio in aula, allarme in una scuola dell'infanzia: scatta la quarantena per i bimbi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento