Camerano: truffe porta a porta, il Comune emette un avviso alla cittadinanza

Nel mese di agosto finti dipendenti comunali o del servizio di gestione rifiuti hanno bussato alle porte dei cittadini con la scusa di dover effettuare dei sopralluoghi e delle verifiche all'interno delle abitazioni

Il Comune di Camerano ha diffuso un avviso a tutta la cittadinanza per informare “che nel mese di  Agosto, si sono verificati casi di tentata truffa perpetrate da sconosciuti che, presentandosi come dipendenti comunali  o del servizio di gestione rifiuti, hanno bussato alle porte dei cittadini con la scusa di dover effettuare dei sopralluoghi e delle verifiche all’interno delle abitazioni”.

E’ fondamentale, ricorda il Municipio, “verificare sempre con attenzione l’identità delle persone che intendono accedere alla vostra abitazione. In tal senso è opportuno controllare dallo spioncino della porta chi intende entrare in casa.
Anche nel caso in cui l’intenzionato sia in divisa è essenziale chiedere le sue generalità mediante l’invito a mostrare la tessera ufficiale dell’ente di cui si fa eventualmente portavoce o emissario e se si è ancora in dubbio contattare il predetto ente in modo da verificare l’attendibilità del presunto operatore.
Diffidate inoltre di gente che si presenta per nome e per conto di persone di vostra conoscenza e cercate, eventualmente, di contattare telefonicamente la persona a cui si riferisce lo sconosciuto, al fine di avere una conferma di quanto asserito”.

A questo proposito, il Comune di Camerano ricorda che nessun Ente manda personale a casa per il pagamento delle bollette, per rimborsi o per sostituire banconote false date erroneamente.

“Nel caso di anziani ricordiamo a tutti i parenti stretti, figli e nipoti di contattarli spesso facendo presente di adottare tutte le cautele necessarie nei contatti con gli sconosciuti. Se hanno il minimo dubbio fategli capire che è importante chiedere aiuto a voi, ad un vicino di casa oppure contattare i normali numeri di emergenza.
Ricordiamo inoltre di non lasciare mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili e vicini all'ingresso e di chiudere porte e finestre nel caso di assenza anche breve dall’abitazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento