CasaPound si candida e nel quartiere compaiono scritte che inneggiano alle foibe

CasaPound annuncia la propria candidatura e compaiono scritte che inneggiano alle foibe

Una delle scritte

CasaPound annuncia la propria candidatura nel capoluogo dorico per i Consigli Territoriali di Partecipazione (CTP) e ieri a Collemarino sono comparse scritte antifasciste che inneggiano alle foibe. Una al supermercato “Sì Con Te” che recita “CasaPound nelle foibe, fasci appesi. W Tito”, un’altra su un muretto della piazza centrale del quartiere. “Antifascismo militante” e una terza su una parete del palazzetto sportivo dove si legge “CasaPound nelle foibe” e “Fascio muori” con i simboli della stella a cinque punte e la falce e martello. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“A quanto pare a qualcuno non è andato giù che il nostro movimento sia riuscito a candidarsi regolarmente alle elezioni per i Consigli Territoriali di Partecipazione - afferma in una nota Emanuele Mazzieri, responsabile di CasaPound Ancona - Fa sorridere pensare come, mentre CasaPound cresce e mette radici nella nostra città, a un certa sinistra non rimane che aggrapparsi ad un antifascismo di maniera e carico d’odio. Un antifascismo che non sa trovare modo migliore di esprimersi. Al di là degli attacchi nei nostri confronti quello che è più grave è l’oltraggio verso migliaia di nostri connazionali massacrati nelle foibe. Una tragedia per lungo tempo passata sotto silenzio e spesso soggetta a relativizzazioni, se non a un vero e proprio negazionismo, per motivazioni ideologiche. Tutto ciò a ridosso del giorno del ricordo, istituito appunto per conservare la memoria di questa terribile pagina della storia italiana. Chi pensa di intimidirci con questo genere di azioni semplicemente non ci conosce abbastanza. Queste ridicole provocazioni qualificano chi le ha fatte per il vigliacco e il pusillanime che è. Anzi, sono un'ulteriore prova dello stato comatoso della sinistra anconetana. Di certo noi continueremo ad andare per la nostra strada, sempre al fianco degli anconetani e degli italiani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento