Droga in casa, bimbo ingerisce cocaina e va in ospedale: genitori e nonni in arresto

Una vicenda agghiacciante quella scoperta dai carabinieri di Piacenza. In casa anche una donna che i genitori ed i nonni del bimbo facevano prostituire. Per loro sono scattate le manette

Foto di repertorio

PIACENZA - Nel giugno del 2019 un bimbo era finito in terapia intensiva dopo aver ingerito accidentalmente una dose di cocaina. A distanza di poco più di un anno un'intera famiglia è finita in manette. Ad Ancona è stato arrestato il nonno, originario di Napoli ed operaio in una ditta cantieristica, che provvisoriamente era domiciliato presso il capoluogo dorico.

I carabinieri di Piacenza, con l'ausilio dei colleghi del Comando di Napoli, Ancona e Lodi, sono intervenuti all'alba di oggi ed hanno arrestato mamma, papà e nonni. L'inchiesta, coordinata dalla procura di Piacenza, ha preso il via proprio a seguito del grave episodio che ha coinvolto il bimbo ed ha fatto emergere un quadro agghiacciante. L'intera famiglia infatti, era coinvolta non solo nello spaccio di droga, ma anche nel favoreggiamento della prostituzione. Si, perchè nell'appartamento i militari hanno trovato una donna che veniva fatta prostituire, ottenendo in cambio parte dei guadagni anche a seguito di minacce e violenze fisiche. L’inchiesta ha inoltre dimostrato che i genitori e i due nonni del piccolo si rifornivano dello stupefacente a Napoli e che poi lo rivendevano a Piacenza presso la propria abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come se non bastasse, i carabinieri hanno scoperto che la famiglia lasciava vivere il piccolo, di appena un anno, in condizioni igienico-sanitarie inadeguate e pericolose. In particolare, secondo i militari, la droga era custodita in posizioni accessibili al bimbo ed infatti lo scorso anno era stata trovata ed ingerita, rischiando seriamente di ucciderlo. Per tutti loro è scattato l'arresto. Il bimbo sarà invece affidato ai servizi sociali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento