Cronaca

Aggressione con la varichina, arrestata la donna: «Grazie, ora starò al caldo»

Quando i carabinieri l'hanno fermata con l'accusa di aver aggredito un uomo con la varichina, li ha ringraziati per quello che stavano facendo

Foto di repertorio

Era ricercata per aver aggredito un uomo, in piazza Falconara la settimana scorsa, lanciandogli contro della varichina. Ieri alla fine i carabinieri della tenenza di Falconara, guidati dal comandante Michele Ognissanti, hanno rintracciato la donna nel perugino e l’hanno arrestata con le accuse di atti persecutori e tentata deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso, quest’ultima norma introdotta di recente e volta a punire “chiunque cagiona ad alcuno lesione personale dalla quale derivano la deformazione o lo sfregio permanente”. 

Fatto sta che ieri i militari dorici, supportati dai colleghi umbri, hanno bloccato la 51enne bulgara senza fissa dimora alla stazione ferroviaria di Perugia, poco prima che salisse su un secondo treno regionale diretto a Foligno. A richiedere la misura di custodia cautelare in carcere è stato il pm Daniele Paci. Accolta e firmata dal Gip Sonia Piermartini. Ora la 51enne si trova nel carcere di Perugia, dopo aver anche esternato della soddisfazione per le manette perché, quando si è trovata di fronte ai carabinieri, ha detto: «Grazie, almeno per qualche giorno mangerò e dormirò al caldo». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione con la varichina, arrestata la donna: «Grazie, ora starò al caldo»

AnconaToday è in caricamento