Cronaca Jesi

Jesi, costretta a bere l'acqua del wc a scuola: scatta la denuncia

Sabato è stato convocato d'urgenza un consiglio di classe straordinario per discutere proprio di quanto accaduto a scuola, dove c'è ancora il dubbio che si sia trattato di un atto di bullismo o di uno scherzo

Le danno da bere un bicchiere d’acqua ma era acqua presa dal water degli spogliatoi della scuola. E’ lo scherzo, di pessimo gusto, fatto venerdì scorso (22 aprile) da una ragazzina delle scuole medie Lorenzin di Jesi ai danni della propria compagna di classe. La vittima, un bambina di 11 anni, nella convinzione si trattasse di un gesto di cortesia, dopo aver ingerito il bicchiere di acqua, si è vista ridere in faccia dalla compagna: «Hai bevuto l’acqua del water». Quando la piccola è tornata a casa e ha raccontato tutto ai genitori, è nato il caso. La piccola è stata sottoposta ad accertamenti al pronto soccorso del Carlo Urbani e fortunatamente per la minorenne non risultano conseguenze, mentre i genitori hanno sporto denuncia al Commissariato.

Sabato è stato convocato d’urgenza un consiglio di classe straordinario per discutere proprio di quanto accaduto nei pressi della palestra. C’è ancora il dubbio che si possa essere trattato di un vero e proprio atto di bullismo piuttosto di un brutto scherzo. Anche se, al momento, pare che la vittima avesse ingerito l’acqua del water con l’inganno e non con la forza. Adesso saranno la dirigente scolastica e il consiglio di classe a valutare su come procedere nei confronti dei minorenni autori dell’episodio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesi, costretta a bere l'acqua del wc a scuola: scatta la denuncia

AnconaToday è in caricamento