Carenza di dispositivi, serve aiuto alle unità speciali anti-Covid: via alla raccolta fondi

C'è bisogno di tute, cardio-alert e saturimetri per rendere operative le Usca e consentire l'effettuazione di visite e tamponi a domicilio: ecco l'Iban per le donazioni

Foto di repertorio

In relazione all'emergenza Coronavirus è stata attivata ad Ancona una raccolta fondi finalizzata all'acquisto di materiale sanitario di cui dotare il personale e le ambulanze del 118 e gli automezzi delle Usca, le Unità Speciali di Continuità Assistenziale allestite dall'Asura Area Vasta 2 che in questo delicato periodo sanitario supportano i pazienti risultati positivi da Covid-19 direttamente al proprio domicilio.

C’è carenza di dispositivi, per cui le dotazioni che servono urgentemente sono: tute idrorepellenti e rischio biologico; Cardio Alert we-cardio per controllo Qrs-Qt; apparecchio di sanificazione automezzi (generatori di ozono portatili); saturimetri. La raccolta fondi, avviata da alcuni privati cittadini vicini all'ambiente medico, a cui tutti possono partecipare anche con una piccola offerta, compatibilmente con le proprie possibilità, è stata autorizzata dal direttore dell'Area Vasta 2, Giovanni Guidi, che esprime gratitudine per l'iniziativa che costituisce un piccolo ma importante tassello nella gara di solidarietà nei confronti degli operatori in prima linea per il contrasto dell'epidemia Covid-19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come lavorano le Unità speciali? Con orario 8-20, 7 giorni su 7, festivi compresi: due equipaggi di due medici ciascuno si recano al domicilio delle persone con sospetta o accertata infezione da Coronavirus. Gli equipaggi sono composti da giovani medici volontari di continuità assistenziale che, dotati di tutti i dispositivi di protezione (DPI), rispondono ad un medico coordinatore (volontario anche lui) presente in sede o collegato telematicamente. Il coordinatore riceve le segnalazioni dai medici di famiglia sui casi che necessitano l'intervento delle Usca. L'intervento viene concertato e deciso tra il medico di famiglia e il coordinatore. Per effettuare la donazione si può fare riferimento al sito www.asurmarche.it/donazioni-coronavirus. I versamenti possono avvenire al seguente Iban-Sottoconto Area Vasta 2: IT 94 U 02008 02626 000105662445 con causale: Sostegno attività di assistenza territoriale Medicina generale e USCA. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Meteo, l'autunno irrompe sulle Marche: in arrivo temporali e crollano le temperature

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento