Cronaca

Il take away costa caro al ristoratore, multati anche i clienti: scatterà la sospensione

Il titolare del locale aveva pubblicizzato sui social il servizio di consegna del cibo da asporto direttamente in auto: scoperto dalla polizia locale

Uno dei piatti serviti dal ristoratore

Nell’impossibilità di ricevere clienti, per via della normativa anti-Covid, aveva deciso di organizzare il servizio take away, pubblicizzandolo anche sui social. Peccato che la legge consenta solo la consegna a domicilio e vieti la vendita da asporto.

Per questo è finito nei guai il titolare di un ristorante alla Baraccola: la sua attività verrà sospesa, inoltre il commerciante e due clienti sorpresi a ritirare il cibo da asporto, direttamente in auto in stile drive-in, sono stati puniti ciascuno con una multa da 400 euro.

A scoprire l’illecita attività sono stati gli agenti della polizia locale, coordinati dalla comandante Liliana Rovaldi. Quando i clienti si sono presentati per ritirare l’ordinazione, ieri pomeriggio attorno alle 19,30, ad attenderli hanno trovato i vigili urbani che li hanno bloccati in auto. Quando il cameriere è uscito dal ristorante per la consegna di un piatto pronto, è scattato il controllo: i due automobilisti sono stati multati, così come il titolare del locale per il quale, dopo la segnalazione alla Prefettura, scatterà la sospensione della licenza (senza possibilità di effettuare la consegna a domicilio) per un periodo dai 5 ai 30 giorni. 

CITTA' DESERTA PER IL COVID, MA LORO SFRECCIANO CON LA COCAINA 

DA DECATHLON ECCO 250 MASCHERE PER LA RESPIRAZIONE 

L'APPELLO DALLE UNITA' ANTI-COVID: «DONATE I SATURIMETRI»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il take away costa caro al ristoratore, multati anche i clienti: scatterà la sospensione

AnconaToday è in caricamento