Cronaca

Corinaldo: sfruttava lavoro nero, imprenditrice multata e attività sospesa

Blitz dei Carabinieri della Compagnia di Senigallia che la scorsa notte, assieme al Nucleo Ispettorato del Lavoro di Ancona, hanno proceduto al controllo di due opifici di imprenditori cinesi residenti nel territorio

Immagine archivio

Blitz dei Carabinieri a Corinaldo che la scorsa notte, assieme al Nucleo Ispettorato del Lavoro di Ancona, hanno proceduto al controllo di due opifici di imprenditori cinesi residenti nel territorio.

L’attività svolta nel cuore della notte, a seguito del controllo effettuato presso la ditta di confezioni abiti di Z.L., cittadina cinese 28enne regolare sul territorio nazionale, ha consentito di appurare che l’imprenditrice aveva alle proprie dipendenze 11 connazionali, tutti regolari sul territorio nazionale, ad eccezione di X. X., classe 1988, operaio in nero, in possesso di permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura di Pesaro scaduto a settembre ed in via di rinnovo.

Controllata anche un’altra ditta sempre dello stesso settore, la cui titolare, Q. J., cittadina cinese 42enne regolare sul territorio nazionale, aveva alle dipendenze 2 lavoratori connazionali entrambi regolari sul territorio nazionale.

Z.L. è stata dunque multata per 35mila euro per il recupero contributi INPS e per le infrazioni legate al lavoro innero, e la sua attività è stata sospesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corinaldo: sfruttava lavoro nero, imprenditrice multata e attività sospesa

AnconaToday è in caricamento