Cronaca

Controlli a tappeto dei carabinieri, nel mirino i furbetti dell'assicurazione

Multe e sequestri per chi circola senza documenti in regola. Nei guai un giovane trovato con l'hashish: ecco cosa rischia chi viene pizzicato anche con modiche quantità di droga

Controlli dei carabinieri - foto di archivio

Continua incessante il controllo del territorio da parte dei carabinieri della Compagnia di Ancona nell’ambito del piano “Estate Sicura”. Nel weekend appena trascorso, sono state dispiegate 30 pattuglie, identificate più di 300 persone e controllati 85 veicoli. Nel mirino tre automobilisti trovati senza revisione e uno privo di assicurazione: i loro veicoli sono stati sottoposti a sequestro. I carabinieri di Collemarino hanno segnalato alla prefettura per uso personale di sostanze stupefacenti un giovane che, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di una modica quantità di hashish (0,06 grammi). 

I carabinieri ricordano che tutte le persone segnalate per l’articolo 75 del Dpr 309/90, cioè per uso personale di sostanze stupefacenti, vengono convocate per un colloquio col prefetto o con un operatore da lui delegato, in cui vengono date informazioni sul procedimento in corso e sulle conseguenze legali a cui va incontro la persona che fa uso di sostanze. Si tratta anche uno spazio dove è possibile approfondire altre questioni legate all’ uso di sostanze,  riflettere e confrontarsi con un operatore esperto. Chi non si presenta all’appuntamento in Prefettura aggrava la sua posizione: in questo caso si verrà certamente sanzionati e, generalmente, in misura maggiore rispetto a chi invece si presenta al colloquio. Le sanzioni amministrative prevedono la possibile sospensione della patente, della carta d’identità o del passaporto e dell’eventuale porto d’armi. Trattandosi di procedimenti amministrativi e non penali, la segnalazione o la sanzione non risultano sul certificato penale.

Possono invece sorgere problemi nel caso in cui, anche molto tempo dopo avere scontato le sanzioni, si voglia richiedere un porto d’armi o ottenere la patente. In particolare, la sanzione sulla patente viene sempre comunicata alla Motorizzazione, che ne terrà conto per molti anni quando la si vorrà conseguire o rinnovare: per poter ottenere il certificato di idoneità psico-fisica alla guida bisognerà fare visite mediche ed esami specifici aggiuntivi, con un costo piuttosto alto a carico dell’interessato. Sulla base delle segnalazioni e sanzioni ex art. 75 e di altre eventuali condanne, che mettano in luce una particolare pericolosità del soggetto, il questore può inoltre disporre vere e proprie misure di sicurezza per la durata massima di due anni: per esempio, il divieto di frequentare determinati locali pubblici, l’obbligo di presentarsi almeno due volte alla settimana presso gli uffici delle forze dell’ordine o il divieto di allontanarsi dal comune di residenza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a tappeto dei carabinieri, nel mirino i furbetti dell'assicurazione

AnconaToday è in caricamento