menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza di Conerobus

La conferenza di Conerobus

Più biglietti venduti e meno evasione a bordo, ecco il 2017 di Conerobus

Il presidente Muzio Papaveri e l'assessore ai Trasporti del Comune di Ancona Ida Simonella hanno tenuto una conferenza stampa per illustrare il bilancio delle attività intraprese dalla società nel 2017 e i progetti futuri

Aumento dei biglietti venduti, in particolare, per la rete urbana, ma anche una sensibile diminuzione del livello di evasione, frutto delle tante misure introdotte per incentivare la cultura della legalità. Ed ancora: investimenti sul parco mezzi e sul personale, con nuove assunzioni e bandi di selezione tuttora in corso. Sono alcune delle principali iniziative messe in campo nel 2017 da Conerobus, che ha anche ottenuto la certificazione Iso 39001 per la gestione della sicurezza stradale ed è stata promossa con una media superiore all’8 dall’indagine di Mistery Client, condotta da utenti in incognito sulla qualità dei servizi erogati. Due importanti riconoscimenti che consolidano il ruolo strategico dell’azienda per la mobilità intercomunale di Ancona.

Il bilancio dell’attività dell’anno passato e i progetti in corso di attuazione sono stati illustrati questa mattina dal presidente di Conerobus Muzio Papaveri, dall’assessore comunale ai Trasporti Ida Simonella e dai funzionari dell’azienda Andrea Prosciutti e Patrizio Carletti. “Nel 2017 – ha affermato Papaveri – abbiamo messo in campo molti investimenti, che continueremo ad incrementare, per sostenere la strategia di sviluppo della società. In particolare, grande attenzione è stata prestata al personale, con percorsi di formazione ed assunzioni. Abbiamo già assunto a tempo indeterminato 35 nuovi autisti e indetto altri bandi per selezionare sia conducenti che addetti all’officina e alle manutenzioni. Si tratta di un impegno molto importante, perché le risorse umane rappresentano l’elemento fondamentale per guardare al futuro. Prosegue poi il nostro impegno nel rinnovo del parco mezzi, con la sostituzione dei vecchi autobus euro 0 ed euro 1 e 2, che entro pochi mesi saranno solo 39, numero pari al 17% della flotta. A giugno, infatti, arriveranno 11 nuovi mezzi per l’extraurbano, mentre tra settembre e ottobre saranno disponibili 15 nuovi veicoli che verranno impiegati per le corse urbane”.

Sul fronte della lotta all’evasione sono stati conseguiti risultati positivi grazie al piano di intervento contro i furbetti del biglietto, che ha visto la società impegnata ad intensificare i controlli, aumentati del 34,6%, ma anche a sperimentare nuove modalità di accesso agli autobus nell’ambito di una più ampia campagna di comunicazione ed informazione fatta di incontri e video spot per educare i cittadini al rispetto delle regole.

In generale, nel 2017, l’evasione sull’intera rete urbana ed extraurbana è scesa al 5,3%, a fronte del 7% dell’anno precedente. In particolare, a bordo delle linee 91, 92, 21 e 33, sulle quali è stato istituito l’obbligo di salire dalla porta anteriore, l’evasione si è dimezzata passando dal 4,4% al 2,4% registrato con l’avvio della sperimentazione. Drastico calo dei passeggeri abusivi, infine, sulle linee extraurbane I e N dopo l’attivazione dei tornelli: sulla prima si è passati da un tasso di evasione del 6,9% al 2,4%, sulla seconda dal 5,7% al 3%. Il successo delle due sperimentazioni ha convinto Conerobus a proseguire in questa direzione: nei prossimi mesi l’utilizzo delle porte differenziate verrà esteso ad altri collegamenti urbani, mentre tre nuovi tornelli saranno a disposizione del servizio extraurbano.

Dati rilevanti, ai quali si aggiungono gli importanti numeri macinati da Conerobus nel 2017: oltre 10,8 milioni di passeggeri trasportati in ambito urbano, più di 8 milioni di chilometri percorsi con i propri mezzi, di cui 3,7 milioni relativi ai collegamenti urbani ed oltre 4 milioni a quelli extraurbani. Venduti, inoltre, circa 134 mila abbonamenti e più di 2,6 milioni di biglietti, con un amento complessivo del 6,78% nell’urbano e dello 0,42% nell’extraurbano e un trend in forte crescita dei titoli acquistati tramite le app e il servizio di mobile ticketing.

Soddisfazione è stata espressa  dall’assessore comunale ai Trasporti Ida Simonella, che ha annunciato la chiusura in attivo del bilancio 2017 di Conerobus: “L’amministrazione – ha detto – ha investito e continua ad investire nella cultura del trasporto pubblico, mettendo, nel 2017, a disposizione dell’azienda 1,5 milioni per l’attivazione di servizi aggiuntivi, quali le corse serali per gli studenti universitari, quelle dedicate alle scuole e l’allestimento di navette gratuite in occasione dei grandi eventi”.   Il 2017 si è rivelato, dunque, un anno molto positivo per l’azienda, che ha intrapreso una serie di attività volte a mettere in campo politiche di investimento efficienti ed efficaci per realizzare un sistema di trasporto improntato alla soddisfazione del cliente, alla qualità del servizio, alla comunicazione e all’educazione al rispetto delle regole.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento