Boccetti nuovo segretario Cgil, primo obiettivo la vertenza Ss 76

Quadrilatero, domani possibile convocazione del pre-Cipe per i fondi per la perizia di variante del lotto 1.1 e per il 3 e 4. La Fillea di Ancona, riunita a Serra San Quirico

La Cgil cambia i vertici del Fillea provinciale, il nuovo presidente provinciale è Daniele Boccetti che avrà già subito il suo bel daffare con la vertenza Astandi e il cantiere infinito della Quadrialero. I lavoratori ormai da due settimane, sono in cantiere senza lavorare per effetto del concordato preventivo presentato dalla stessa il 28 settembre. Domani dovrebbe essere convocato il PRE-CIPE per deliberare i fondi per la perizia di variante n. 6 del lotto 1.1 e per il 3e4 lotto: una notizia importante che sbloccherebbe la situazione. L’opera, che è fortemente a rischio incompiuta, subirebbe infatti un ulteriore danno qualora l’azienda decidesse di effettuare le lavorazioni in subappalto liberandosi di parte del personale diretto. Va ricordato che il ricorso al lavoro in subappalto ha determinato ,anche su questa tratta, una minore qualità dell’opera e un maggior numero di infortuni tra i lavoratori impegnati. Anche per questo, la Fillea e la Cgil hanno, nelle opportune sedi, costantemente contrastato l’abuso nel ricorso al subappalto. Con l’ipotesi di pre- Cipe di domani, cade di fatto l’ultimo alibi che avrebbe ASTALDI: ora non rimane che lavorare e andare avanti con i cantieri e con tutto il personale necessario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ogni ritardo, mancanza o omissione sarebbero ormai riconducibili esclusivamente alla società e ai suoi problemi finanziari. Ci sono 170 milioni di euro da lavorare ed è inaccettabile che non lo si faccia. Così come il rischio incompiuta, anche le condizioni dei tanti “operatori del territorio”, che per conto di Astaldi hanno lavorato (fornitori-esercenti-subappaltatori a titolo esemplificativo ma non esaustivo) sono ascrivibili alle vicende societarie. La Fillea e la CGIL non faranno sconti ritenendo l’opera patrimonio di un territorio e di una provincia in difficoltà. L’unica possibilità del distretto di rialzarsi e di non rimanere isolato rispetto alla costa e alle aree limitrofe. Le priorità per la Fillea provinciale, ribadite nel congresso di oggi, rimangono la tutela del lavoro e delle lavorazioni, l’intera struttura è impegnata nel supporto alla vertenza Quadrilatero. La Fillea farà tutto quello che è nelle proprie possibilità per evitare il licenziamento dei lavoratori e lo stop ad una infrastruttura vitale. Al termine dei lavori, è stato riconfermato a maggioranza Daniele Boccetti come segretario provinciale: il mandato è per 4 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento