Centro Trasfusionale di Osimo, sabato la cerimonia di inaugurazione

«L'intervento - spiega il presidente Bontempi - doveva durare pochi mesi, invece il centro è stato chiuso 19 mesi per una serie di questioni burocratiche»

Sabato mattina cerimonia di inaugurazione del centro trasfusionale di Osimo che riapre dopo i lavori di ristrutturazione del tetto. «L'intervento - spiega il presidente Bontempi - dove durare pochi mesi invece il centro è stato chiuso 19 mesi per una serie di questioni burocratiche e di competenze su cui noi non abbiamo potuto nulla se non scrivere alle autorità ed ai vertici dell'Asur per chiedere prima lo sblocco della situazione e poi la conclusione dei lavori».

Siamo particolarmente lieti per la conclusione dei lavori e per la ripartura del centro trasfusionale di osimo che è la casa dei 1159 donatori attivi della nostra Avis - continua Bontempi -  Il trasferimento a Castelfidardo che sembrava dovesse essere di pochi mesi, è diventato invece lungo ma, grazie allo spirito di servizio sia del personale che dei donatori, non c'è stato calo delle donazioni ed anzi, grazie al lavoro costante di sensibilizzazione, nel 2016 abbiamo iscritto 163 nuovi donatori. Tra l'altro il prossimo 5 marzo ci sarà il rinnovo delle cariche nel consiglio direttivo dell'Avis Osimo e, come membri uscenti, ci tenevamo a consegnare il centro trasfusionale ai nuovi amministratori dell'Avis attivo e perfettamente funzionante pur non avendo responsabilità per il ritardo maturato nella sua sistemazione. Sabato mattina faremo una piccola cerimonia di riapertura, nello stile sobrio che contraddistingue l'Avis anche se la riteniamo un atto dovuto per festeggiare la felice conclusione di una vicenda spinosa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento