Camerano: contributi e riduzioni sulla tariffa rifiuti 2020

Per le famiglie in situazioni di disagio economico è previsto invece un contributo, per la copertura della tariffa, da richiedere direttamente al Comune

L'assessore Costantino Renato

Per l’anno 2020 sono previste riduzioni sulla tariffa per le aziende, che durante il lockdown hanno dovuto sospendere l’attività, e contributi per le famiglie in situazioni di disagio economico. Per le aziende, la riduzione di pagamento sarà calcolata ed inserita automaticamente nel bollettino di pagamento: nei fatti saranno sottratte le quote variabili dei conferimenti non effettuati. Resta inteso che le imprese che hanno fruito del servizio durante il lockdown pagheranno la tariffa in base ai conferimenti operati. Per le famiglie in situazioni di disagio economico è previsto invece un contributo, per la copertura della tariffa, da richiedere direttamente al Comune (a breve saranno disponibili i moduli per effettuare la richiesta). In entrambi i casi ci sarà comunque una diminuzione di tariffa base rispetto al 2019 che potrebbe variare (dal 12% al 17%) per le utenze non domestiche in base al tipo di attività e per le domestiche in base alla fascia di componenti del nucleo familiare (dal 3% al 7%). Per fare qualche esempio, un bar di 100 metri quadrati con un bidone da 120 litri avrà una riduzione totale dal 13% rispetto all’anno precedente, un ristorante del 12%, un’attività di parrucchieria del 15%, una famiglia composta da 4 persone che risiede in un appartamento di 90 mq avrà una riduzione base del 5% (tariffa mensile € 6,44).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’importo pagato sarà ovviamente connesso al comportamento del singolo utente: chi ha una produzione elevata di rifiuto indifferenziato ed effettua delle non conformità, pagherà una tariffa più alta rispetto a chi rimarrà nei parametri previsti dal piano tariffario e con molta probabilità anche più alta degli anni passati. Tale sistema va a premiare chi effettua correttamente la raccolta e crea una diversificazione verso coloro che sono meno virtuosi o che comunque producono grandi quantità di rifiuto. L’eventuale aumento del bollettino di pagamento riguarderà solo ed unicamente la misurazione del rifiuto secco indifferenziato, mentre non ci sarà alcun aumento di costi per le quantità conferite di plastica, carta, vetro, umido, verde, pannoloni, ingombranti. Da rilevare infine che dal confronto con alcuni Comuni limitrofi è possibile constatare il minor costo sostenuto dai Cameranesi per la fruizione del servizio, ma soprattutto un insolita “inversione di tendenza” che vede da un lato l’aumento dei costi operativi dall’altro la diminuzione dei costi generali del piano finanziario. La riduzione dei costi generali del piano finanziario è stato possibile grazie a tutta una serie di fattori: primo tra tutti, l’ottimo risultato di raccolta differenziata nel 2019 che ha visto un abbassamento dei costi di smaltimento a consuntivo ed evitato l’applicazione di addizionali grazie all’aumento della percentuale di raccolta differenziata all’85,58% e di conseguenza la diminuzione di quasi 105 tonnellate (-18%) di rifiuto secco rispetto all’anno precedente, è stato inoltre rilevato un avanzo a consuntivo, sono stati defalcati i costi per la sospensione dei servizi di ecosportello e centro ambiente, infine è stato utilizzato parte del contributo ottenuto dalla Regione Marche per l’avvio del progetto di tariffazione puntuale. Purtroppo il complesso ed intricato sistema di norme, sommato a tutta una serie di fattori tecnici, economici, burocratici (ricomposizione del piano finanziario in base a nuove direttive dell’autorità tariffaria, spese di gestione crescenti, morosità, servizi aggiuntivi covid, etc…) e non in ultimo l’emergenza covid, non hanno facilitato il lavoro di indirizzo politico ed amministrativo, ma le decisioni e le buone pratiche di gestione intraprese in questi anni hanno portato il Comune di Camerano a creare quel giusto equilibrio di sostenibilità ambientale e convenienza economica che rende compatibile i bilanci delle famiglie con i costi complessivi e le esigenze dell’impresa che garantisce il servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Addio all'architetto D'Alessio, ex assessore: era presidente del Parco del Conero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento