menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Protesta di cittadini (foto di repertorio)

Protesta di cittadini (foto di repertorio)

La Bassa Vallesina sotto sorveglianza sanitaria, ecco il piano

I nove Comuni dell'Aerca saranno monitorati per scoprire i legami tra inquinamento e stato di salute. Insieme alle Istituzioni coinvolti anche pediatri e medici di base

Un piano di sorveglianza sanitaria che si prefigge di redigere, nel giro di un anno e mezzo, un report attendibile sulla saluta pubblica dei nove comuni dell'Area ad Elevato Rischio di Crisi Ambientale. Falconara, capofila, con Ancona, Jesi, Agugliano, Camerata Picena, Chiaravalle, Monsano, Montemarciano e Monte San Vito. Uniti, in 85 chilometri quadrati di territorio dove vivono circa 200mila abitanti, da problemi analoghi per la presenza di industrie, strade ad alto scorrimento, attività portuali e aeroportuali. Gli obiettivi sono molteplici. Attraverso lo studio dettagliato che incroci le patologie alle attività industriali, poter ricercare connessioni e, in caso, intervenire nella prevenzione. 

Due fasi iniziali. La prima, della durata di 5 mesi, per la raccolta dei dati disponibili e per il coinvolgimento di pediatri e medici di base per la segnalazione dei cosiddetti "eventi sentinella". L'altra con l'inserimento dei dati del registro tumori e quelli sanitari provenienti dagli ambulatori, dalla farmaceutica, dalle emergenze. Un protocollo d'intesa che vede la partecipazione anche di Asur, Ars e Arpam. "Lo sviluppo di un Sistema di Sorveglianza Epidemiologica si propone, attraverso l’integrazione dei dati demografici, ambientali e sanitari raccolti, di produrre un sistema coordinato e dinamico per controllare gli effetti avversi sulla salute legati all’interazione tra la popolazione e l’ambiente in cui essa vive" si legge nel progetto. La presentazione del progetto è prevista per martedì 28 giugno a Falconara. «Un grande risultato per questa amministrazione che è stata capofila di tutti i Comuni Aerca» è il commento dell'assessore falconarese all'Ambiente Matteo Astolfi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento