Strage di animali nel canale killer, incontro tra Enel e Comune: pronta la barriera salva caprioli

"La barriera è corredata da una struttura metallica che costituisce un percorso agevolato per l’uscita dei caprioli dal canale stesso" si legge in una nota dell'azienda

Un capriolo morto nel canale

Una barriera salva caprioli, taglio vegetazione infestante e il ripristino della cartellonistica per la salvaguardia dell’incolumità pubblica. E’ il piano di interventi messo a punto e annunciato da Enel Green Power per il canale della Centrale di Sant’Elena in località Serra San Quirico dove, da mesi, muoiono annegati caprioli, animali selvatici ma anche cani e gatti. A fare il punto dei lavori in atto è stata una rappresentanza dei responsabili territoriali di Enel Green Power che ha incontrato il sindaco di Serra San Quirico Tommaso Borri, illustrando nel dettaglio i singoli interventi per la messa in sicurezza dell’impianto. Un piccolo passo in avanti verso il rispetto dei diritti degli animali e la sicurezza. Una vittoria dell'associazione animalista ENPA che, da troppo, denunciava un lassismo da parte delle istituzioni che ha portato nel tempo ad una vera ecatombe di animali di vario genere. Fino ad una diffida proprio nei confronti di Enel da parte dei Carabinieri Forestali delle Marche. 

Fatto sta che oggi Enel Green Power ha illustrato la nuova barriera salva caprioli già installata nelle acque del canale che dovrebbe impedire agli animali selvatici di finire nel canale killer. "La barriera è corredata da una struttura metallica che costituisce un percorso agevolato per l’uscita dei caprioli dal canale stesso - si legge in una nota dell'azienda - Inoltre l’azienda elettrica sta procedendo ad un intervento di verifica puntuale della integrità di tutta la recinzione lungo 5,7 chilometri di canale e, laddove verranno rilevati danneggiamenti, si procederà con l’immediato ripristino. Inoltre è già in corso di svolgimento il taglio della vegetazione infestante lungo le sponde del canale, per migliorare le sue condizioni di sicurezza. Enel Green Power sta anche procedendo alla installazione e integrazione di cartelli monitori necessari ad informare coloro che percorrono la strada, della presenza del canale e dei rischi connessi a garanzia della pubblica incolumità".

Dopo l’incontro in Comune, è seguito un sopralluogo congiunto nell’ impianto di Sant’Elena, dove Enel ha illustrato la barriera salva caprioli e si è detta anche disponibile, in sinergia con l’ufficio tecnico dell’amministrazione comunale, ad effettuare un’analisi accurata tesa ad individuare i tratti di canale, in prossimità della strada comunale, su cui sostituire i guard-rail con nuovi di adeguata altezza per migliorare la sicurezza della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

  • Cade fuliggine dal cielo, residenti preoccupati: arriva l'Arpam per i controlli

Torna su
AnconaToday è in caricamento