Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Investito da un treno, confermata l'ipotesi del suicidio: la circolazione è ripresa

La vittima è un uomo di 65 anni che sarebbe stato visto lanciarsi sotto il regionale in corsa: è morto sul colpo, indagano Polfer e carabinieri

La scena dell'investimento a Torrette

Investito da un treno a Torrette, gli investigatori non hanno dubbi: si è trattato di un suicidio, anche se stanno cercando di risalire alle cause del tragico gesto compiuto dall’uomo, un 65enne di Falconara, celibe.

Secondo alcuni testimoni, incluso il macchinista, si sarebbe volutamente lanciato attorno alle 15,15 sotto il treno regionale 2127 proveniente da Piacenza e diretto ad Ancona, in transito alla fermata di Torrette. Sul posto sono subito intervenuti gli agenti della Polfer insieme a una pattuglia dei carabinieri di Collemarino, guidati dal comandante Giuseppe Colasanto, al 118 e ai tecnici di Rfi. L’uomo è morto sul colpo.

Alle 15,45 è stato riattivato il binario pari fra Ancona e Falconara con riduzione di velocità in corrispondenza dell'investimento ed è stata attivata circolazione alternata sullo stesso binario con rallentamenti fino a 40 minuti. Alle 16,15 il regionale 2127 è stato autorizzato a proseguire ad Ancona dove è giunto con un ritardo di 69 minuti. Alle 17,06, informa l’ufficio stampa di Trenitalia, è stato riattivato anche il binario dispari fra Falconara e Ancona con conseguente graduale ripresa della normale circolazione. Nel complesso, si sono registrati rallentamenti fino a 70’ per 3 Frecce, fino a 60’ per 3 Intercity e fra 20’ e 60’ per 12 regionali, 3 limitati.

Travolto sui binari, tragedia alla stazione di Torrette 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investito da un treno, confermata l'ipotesi del suicidio: la circolazione è ripresa

AnconaToday è in caricamento