Cronaca

Favorivano immigrazione clandestina, sgominata una banda: arrestate 3 persone

Le indagini hanno fatto emergere che il meccanismo avrebbe favorito circa 400 persone, tutte denunciate, oltre ad aver provocato un danno erariale per circa 700mila euro

Erano a capo di una banda che organizzava il flusso di immigrazione clandestina in tutta la provincia. Gli uomini della Guardia di Finanza in collaborazione con la Polizia è riuscita a sgominare il sodalizio criminale, formato da 13 persone. L'operazione, chiamata "Easy Job", è iniziata dopo che le forze dell'ordine avevano notato un afflusso anomalo delle richieste di permesso di soggiorno da parte degli extracomunitari. A quel punto sono nate due inchieste parallele, una da parte della Polizia e l'altra da parte della Guardia di Finanza di Fabriano, che ha iniziato ad indagare dopo la segnalazione dell'INPS riguardo ulteriori flussi anomali sulle domande di indennità di disoccupazione richieste da degli extracomunitari.

Le indagini hanno fatto emergere che a partire dal 2013 l'organizzazione criminale si era avvalsa di 13 aziende, intestate a dei prestanomi, che facevano assumere i cittadini extracomunitari e non, i quali utilizzavano le buste paga per ottenere il rinnovo o la concessione del permesso di soggiorno. Una volta maturati i requisiti di legge e comunque dopo poco tempo dall'assunzione, gli stranieri venivano licenziati e prestavano così domanda per il riconoscimento della domanda di disoccupazione. Secondo le forze dell'ordine il meccanismo avrebbe favorito circa 400 persone, tutte denunciate, oltre ad aver provocato un danno erariale per circa 700mila euro. Tre i vertici della banda arrestati, mentre gli altri dieci componenti del sodalizio criminale sono stati denunciati. Sono in corso dei sequestri per recuperare le somme oggetto della truffa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favorivano immigrazione clandestina, sgominata una banda: arrestate 3 persone

AnconaToday è in caricamento