rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Fabbrica una molotov in casa dopo aver litigato con la fidanzata, arrestato un 19enne

Il giovane si è chiuso in camera da letto, poi ha distrutto a calci e pugni i mobili dell'appartamento. All'arrivo degli agenti, li ha minacciati con coltelli ed una molotov

Aveva costruito una vera e propria bomba "molotov", minacciando gli agenti di Polizia che erano intervenuti nel suo appartamento. Protagonista della vicenda un giovane anconetano di 19 anni. Il raptus di follia è scaturito martedì sera, dopo una lite con la sua fidanzata. Il giovane dopo aver spiegato le motivazioni a sua madre si è chiuso nella sua camera da letto, portandosi dietro alcune bottiglie di alcolici. Dopo averle scolate ha iniziato a dare in escandescenza, urlando e minacciando la madre, oltre a rompere con calci e pugni tutti i mobili dell'appartamento. A quel punto la madre ha avvertito la Polizia. Gli agenti, intervenuti poco dopo, sono stati minacciati prima con due grossi coltelli da cucina e poi con una bomba "molotov", fabbricata unendo del liquido infiammabile all'interno di una bottiglia vuota di vodka.  A quel punto i poliziotti sono intervenuti, riuscendo a bloccare il giovane prima che innescasse la miccia dell'ordigno artigianale. Nella camera del ragazzo sono state trovate anche alcune dosi di hashish. Gli agenti lo hanno arrestato con l'accusa di fabbricazione e detenzione di materiale esplosivo e danneggiamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabbrica una molotov in casa dopo aver litigato con la fidanzata, arrestato un 19enne

AnconaToday è in caricamento